News

Società e costume
8 Giugno 2019

La borsa Crocs per un’estate coi brivdi d'orrore!

I sandali erano già brutti ma le borse che ne fanno il cosplay sono meglio o peggio?

Da sempre considerato il sandalo più brutto della storia, persino dalla rivista Time che nel 2010 l’ha inserita nella lista de “le peggiori 50 invenzioni di tutti i tempi”, la Crocs rientra in una di quelle questioni spinose e controverse per il mondo del fashion system.
È bella? È brutta? A voi la palla.

Realizzata nel 2002, e originariamente pensata come scarpa da barca, da quando è stata inventata ha registrato la vendita di 300 milioni di paia di scarpe e fino al 2017, solo negli Stati Uniti, esistevano quasi un migliaio di negozi Crocs. Inoltre, non sono solo gli olandesi ad acquistare questi modelli da quando il designer di Balenciaga, Demna Gvasalia, ha portato la scarpa rivisitata sulle passerelle della settimana della moda di Parigi.

In ogni caso, se non c’è cosa più brutta di quel modello usato per realizzare una scarpa, di certo il modello Crocs utilizzato per una borsa non può che essere aberrante.

La borsa stile Crocs è proposta in diversi colori come i sandali, ideale come contenitore per andare in piscina o al mare, per fare shopping, contenere libri, fare giardinaggio, come porta accessori per le neomamme, e molte altre attività. Se non è bella, almeno è funzionale.

La Crocs borsa è fatta con materiali morbidi e resistenti, con una base larga molto capiente sostenuta da due manici, in più è impermeabile e facile da pulire, colorata e spaziosa.
Può essere personalizzata con degli accessori che la abbelliscono - “Abbelliscono”? Davvero?! - e il materiale di cui è fatta trattiene eventuali disegni fatti sulla superficie.

Ad ogni modo se ve la sentite, comunque è possibile acquistarla su Amazon in due diverse misure, piccola e grande, ad un prezzo che varia tra i 19.99 e i 24.99 dollari; oppure potete sempre non contribuire allo scempio del buon gusto.

 

Silvia Carboni