News

Musica
18 Giugno 2019

Il piano-Frankenstein, composto da 20 strumenti

Dal violino alle nacchere, passando per uno xilofono. C'è proprio tutto nel piano messo a punto dai Brunettes Shoot Blondes

Venti strumenti in uno.
Riuniti sotto l’egida di un pianoforte hackerato capace di diventare all’occorrenza tamburo, violino, piatti e via dicendo.

È questa l’idea con cui la band indie ucraina dei Brunettes Shoot Blondes ha deciso di caratterizzare il singolo - e il relativo video musicale - di Houston, diventato nel giro di qualche mese un piccolo fenomeno virale.

 

 

Con l’aiuto di un team di ingegneri, il gruppo ha installato all’interno della struttura del pianoforte tutti gli altri strumenti, senza mai utilizzare alcun tipo di collegamento elettrico.
Il progetto, che ha richiesto tre anni di preparazione, ha così dato vita a un grande piano-Frankenstein, diventato una vera e propria opera a sé stante; di tecnica, di artigianato e sì, in qualche modo anche d’arte.

Il successo è stato notevole, con oltre 700mila visualizzazioni su youtube per la clip del brano, a cui la band ha dovuto aggiungere solo ed esclusivamente la propria voce.

Così i Brunettes Shoot Blondes hanno deciso di raccontare la nascita di questo collage di strumenti in un video, dove viene illustrato ogni singolo passaggio dell’impresa tecnica, dall’aggiunta dello xilofono a quella delle nacchere, passando per il momento in cui è stato incorporato al tutto anche un organo ad aria.

Un tutorial da prendere come spunto per futuri esperimenti musicali.
Se siete coraggiosi!


Silvia Carboni