News

Attualità
23 Dicembre 2022

Tradizioni di Capodanno: ecco quali sono le usanze e le scaramanzie in Italia e nel mondo

Ogni paese ha le proprie tradizioni di Capodanno, infatti “Paese che vai usanze che trovi” e alcune di queste sono davvero stravaganti e bizzarre

In Italia le scaramanzie e le superstizioni per Capodanno sono legate al cibo. Secondo la tradizione l’ultimo dell’anno non deve mancare in tavola cotechino e lenticchie. Non solo, ci deve essere anche uva, da mangiare allo scoccare della mezzanotte, frutta secca, melagrana, frutta rossa e una candela rossa. Un rituale divertente è il bacio sotto il vischio in segno di buon auspicio. Tra le raccomandazioni c’è anche quella di indossare rigorosamente l’intimo rosso.

Spostandoci dall’Italia e parlando di usanze dei paesi europei, fra le usanze di Capodanno più stravaganti ci sono quelle della Polonia. Per i polacchi è tradizione indossare per la sera dell’ultimo dell’anno biancheria intima nuova senza togliere il cartellino. In più non si devono fare le pulizie per non spazzare via la fortuna e il frigo deve essere rigorosamente pieno.

In Svizzera invece, invece fanno cadere a terra del gelato, dalla parte della crema, a mezzanotte in segno di buona sorte. Fra le altre tradizioni di Capodanno è di buon auspicio indossare cappelli e maschere appariscenti. Infine, i bambini il 31 dicembre girano per le strade intonando canti natalizi con in mano delle lanterne.Queste sono sicuramente le tradizioni di Capodanno più “tradizionali”. Gli islandesi, infatti, scoppiano botti per ore e ore. In Islanda ogni anno si consumano in media 600 tonnellate di fuochi d’artificio.

Se sei a Copenaghen per passare l’ultimo dell’anno e vedi una persona in piedi su una sedia non bisogna preoccuparsi. Questa, infatti, è una delle usanze di Capodanno per i danesi. Allo scoccare poi della mezzanotte saltano giù dalla sedia. Serve per scongiurare un anno sfortunato!

In Spagna è di buon auspicio mangiare 12 chicchi d’uva nei 12 secondi prima della mezzanotte, uno per ogni mese dell’anno. Inoltre, da buona tradizione si aspetta il primo dell’anno nella Plaza del Sol a Madrid. Come anche in Italia, non deve mancare la biancheria rossa. Infine, sulle tavole non devono mancare i bunuelos, delle frittelle ricoperte di zucchero.

In Grecia dove le usanze di Capodanno vogliono che il nuovo anno si aspetti in casa. Qui l’ospite invitato entra in casa e spezza un melograno: più chicchi cascano, più vi si è fortunati. Sulle tavole non deve mancare il dolce San Basilio, dove al suo interno viene messa una monetina. Chi la trova sarà fortunato tutto l’anno.

Tra le tradizioni di Capodanno nel mondo c’è l’usanza di andare in giro con la valigia vuota in Colombia. Secondo leggende antiche, assicurerebbe un bel viaggio entro l’anno. Poi in Russia invece si usa aprire la porta di casa a mezzanotte per far uscire il vecchio anno e far entrare il nuovo. Nelle tavole il top del buon auspicio è mangiare come dolce le prugne secche con nocciole ricoperte di panna acida. Infine, si festeggia il Capodanno 2 volte: il 31 dicembre e il 13 gennaio.

Tra le più strane tradizioni ci sono quelle del Cile. Infatti, qui si usa dormire nei cimiteri con i propri cari. Tutto è nato da una famiglia che la notte di San Silvestro nel 1995 ha scavalcato il recinto per dormire con il proprio caro. Da lì ogni anno per il 31 dicembre un migliaio di persone vi si recano.

Infine, il Capodanno thailandese si festeggia dal 13 al 15 aprile ovvero quando inizia l’anno buddista. In questo giorno si fanno delle offerte al tempio, bagnando le immagini di Buddha.

Usanze e tradizioni strane? Niente di tutto questo è giusto o sbagliato se viene fatto con amore e gioia di stare insieme e festeggiare con chi si ama.

@Redazione Sintony News