News

Attualità
21 Dicembre 2021

Pena sospesa per il figlio di Gigi D’Alessio condannato a 3 mesi di reclusione

La sua colf lo ha denunciato raccontando alle forze dell'ordine di essere stata aggredita fisicamente, minacciata e sbattuta fuori di casa in piena notte

Claudio D'Alessio, il figlio di Gigi, è stato condannato in primo grado a tre mesi e quindici giorni di reclusione con pena sospesa, per lesioni e violenza privata. I fatti a lui contestati sono quelli che riguardano la sua colf, aggredita, minacciata e cacciata di casa nella notte del 5 luglio del 2014.

"Da 7 anni si sta facendo un processo per un livido dietro ad un braccio. Non ho interesse a rinviare l'udienza. Non ho mai avuto un confronto con la signora e lo vorrei avere. Non ne posso più", aveva commentato D'Alessio tre mesi fa.  "Non ho aggredito la mia collaboratrice domestica, tra me e lei non c'è mai stata nessuna colluttazione. L'unica cosa che ho fatto è stata strapparle una sedia dalle mani dopo che l'aveva sollevata per lanciarla a me e Nicole, e lei è caduta. Tutta questa storia è stata montata per un livido dietro al braccio che si è procurata cadendo, e la sta portando avanti solo per avere un risarcimento più alto", la difesa di D'Alessio.

 

 

@Moreno Pisano