News

25 Settembre 2020

Torna la paura a Parigi: attentato a Charlie Hebdo

L’attentato alla stessa ora dei fatti del 7 gennaio 2015

Negli ultimi anni Parigi è stata fortemente colpita dal terrorismo, e in questo strano 2020 la paura torna nella capitale francese. Un uomo armato di mannaia, insieme a un complice, ha aggredito quattro persone vicino alla sede di Charlie Hebdo, già teatro di veri e propri massacri di matrice terroristica. L’episodio si è verificato tra Rue Nicolas Appert e Rue Gabry Sylvia, proprio nei pressi della targa commemorativa per ricordare le vittime dell’attentato di qualche anno fa.

Un’ora dopo l’attacco la polizia ha rintracciato e arrestato il primo attentatore, un diciottenne pachistano pregiudicato, ma già a pochi minuti di distanza dai fatti la polizia ha prontamente transennato la zona, confinando tutti i ragazzi delle scuole del quartiere a rimanere asserragliati in aula. Sono quattro le persone ferite nell’attentato, due delle quali sono dipendenti di un’agenzia di stampa e una in gravi condizioni.

Non è la prima volta che Charlie Hebdo viene attaccata da dei terroristi: il tipo di satira promosso da questo giornale ha infatti più volte fatto indignare il mondo islamico, non risparmiando neanche l’Italia quando nel 2016 venne colpite da un violento terremoto la città di Amatrice, dedicando la prima pagina di Charlie Hebdo a una vignetta satirica che ha fatto storcere il naso a tanti italiani.