News

3 Luglio 2020

Un Mondo di Libri: le letture sotto l'ombrellone

Le relazioni e le passioni, le idee e l'amore: in una parola la vita. Tutto cio' che un libro può comunicare.

«Certi libri sembrano scritti non perché leggendoli si impari, ma perché si sappia che l’autore sapeva qualcosa.»

Wolfgang Goethe

 

Raul Montanari con il libro “La seconda porta” ci offre un romanzo di riflessione sulla società attuale . Uno spaccato inedito e inquietante ove  noi lettori siamo chiamati a prendere posizione analizzando un fenomeno che non si risolve con i tanti slogan gridati negli ultimi tempi da una parte politica che ha avuto grande seguito. Il tema dell’immigrazione, degli scafisti, dei delitti atroci che si compiono in Nord Africa prima che i disgraziati in fuga da fame e guerra riescano a sfuggire ai loro aguzzini, pronti a morire annegati pur di scampare a torture, stupri, violenze, vengono rappresentati in questo romanzo intrecciati alla vita di un normale professionista privilegiato del cosiddetto primo mondo, che si trova a fronteggiare interrogativi etici inediti: Adam, il protagonista  è omosessuale, per scelta o per disgrazia? È una vittima o un aguzzino? Chi deve operare la giustizia, che punire i colpevoli? Chi distinguere il bene dal male? 

E se gli esseri umani non fossero altro che uno strumento utilizzato dal denaro per poter agire sulla natura? Comincia così il viaggio di Silvio Valpreda, un giro del mondo tra le violenze - palesi e sottese - dell’uomo sulla natura, Capitalocene. Appunti da una nuova era. Una declinazione esemplare di coercizioni disseminate per il pianeta e perpetrate all’insegna di uno stesso filo rosso: il dio-denaro. Siamo i benvenuti  tra le contraddizioni metropolitane del sistema capitalista, un mondo a testa sotto tra i poveri che rovistano tra i rifiuti e le residenze extra-lusso degli agiati.

Chi non conosce Alex?
La sua storia va al di là delle pag
ine dei quotidiani. Leggere però retroscena, immergersi nei suoi pensieri e cercare di comprendere cosa ha provato non si può spiegare. L'incidente gli ha tolto le gambe ma gli ha schiuso le porte di un mondo che l’ha accompagnato costantemente a migliorarsi in ogni campo in cui si impegna, ad eccellere, un esempio di tenacia e grande competenza tecnica ma soprattutto una enorme umanità che lo ha già reso leggenda. Volevo solo pedalare... ma sono inciampato in una seconda vita è un libro assolutamente da leggere, scritto direttamente da Alex Zanardi ove emerge tutto il suo modo di essere.

 

@Mariazzurra Lai