News

27 Aprile 2020

10 Copertine di dischi come opere d'arte

Tanti gli artisti che si sono cimentati a disegnato cover di grandi album: da Keith Haring per "Let's Dance" di Bowie a Banksy per "Think Tank" dei Blur.

Dischi da museo. Quali sono i casi in cui le super star dell’arte contemporanea hanno prestato il loro genio per realizzare le cover di alcuni dischi famosi? Ecco a voi i 10 album più belli, delle vere opere d’arte.  

“Let’s Dance” di David Bowie – realizzato da Keith Haring

Un abbraccio di Keith Haring realizzato appositamente per il singolo Without You di David Bowie, dall’album Let’s Dance del 1983. Quelle sagome tipiche di Keith Haring (altro newyorchese D.O.C.) hanno un tratto spesso e deciso, come se volessero comprimere il colore. Non mancano i raggi radianti, che per Haring sono un messaggio di speranza e anche una citazione all’iconografia cattolica.

 

“Think Tank” Blur – di Banksy

Think Tank dei Blur (2003) rappresenta nn bacio, ed è l’idea di Banksy. Un ragazzo e una ragazza che tentano di baciarsi con un casco da palombaro in testa.

 

“Artpop” Lady Gaga – di Jeff Koons

Jeff Koons realizza la copertina di Artpop di Lady Gaga (2013), con al centro una scultura in porcellana della cantante, circondata da frammenti della Primavera di Botticelli. Al centro una sfera da discoteca specchiante, proprio come le sculture più note di Koons.

 

“Ali in the Jungle” The Hours – Damien Hirst

Damien Hirst per The Hours, con la cover di Ali in the Jungle. Oltre a firmare questa copertina, con un teschio che ha l’orologio al posto degli occhi. Il teschio più famoso di Hirst è For The Love of God, tempestato di 8601 diamanti.

“By the Way” Red Hot Chili Peppers – di Julian Schnabel