News

27 Marzo 2020

Usa primi al mondo per contagi

Sono oltre 81.321 i contagi negli USA cosė superando l'Italia.

New York é la città statunitense  colpita più duramente. E ora che i casi crescono gli Stati Uniti sono diventati il primo paese al mondo per numero di contagi da coronavirus: sono 81.321, secondo i dati del New York Times. Superando l’Italia. Le vittime sono più di mille e secondo  uno studio della University of Washington School of Medicine, la pandemia potrebbe uccidere più di 81mila persone in Usa. Il presidente Trump ha proposto "Un grande meeting" con gli altri leader del G20 compreso il Presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte. Trump ha sottolineato il comune impegno mettendo a punto un'iniziativa comune.

Trump ha ribadito che la pandemia è partita dalla Cina, che i dati non sono chiari e che per questo il virus va chiamato "cinese". In serata però il presidente della Casa Bianca ha chiamato il leader cinese: "Ho appena concluso un'ottima conversazione con il presidente Xi della Cina. Discusso in dettaglio il coronavirus che sta devastando gran parte del nostro Pianeta per lavorare insieme” scrive su Twitter.

Solo i contagi nella Grande Mela sono 23.112. "I prossimo mesi saranno dolorosi e stressanti per il nostro sistema sanitario come mai prima d'ora", ha twittato de Brasil. E la richiesta di sussidi di disoccupazione è arrivata a 3,3 milioni  la scorsa settimana. "E' agghiacciante. E questo è solo l'inizio. Peggiorerà", ha avvertito il sindaco di New York Bill, stimando che mezzo milione di persone nella Grande Mela perderanno il lavoro. "Gli Usa dovranno probabilmente restare in "shutdown" fino a fine maggio per evitare una crescita esponenziale dei contagi di coronavirus", sostiene Bill Gates, l'iconico fondatore della Microsoft e filantropo che già nel 2015 aveva avvertito l'umanità sui rischi di una pandemia che avrebbe fatto più morti di una guerra. Negli Usa, dice Gates alla Cnn "non abbiamo raggiunto il picco, forse sarà toccato a fine aprile ma sarà troppo presto per riaprire".

@Laura Pace