News

27 Marzo 2020

Salvatores: Primo film girato senza uscire di casa

Coronavirus, Salvatores gira un film sulla quarantena in italia si intitola "Viaggio in Italia"

Un progetto ambizioso e unico nel suo genere quello che il regista Gabriele Salvatores sta lanciando attraverso i propri social. 
"Sono Gabriele Salvatores, di mestiere faccio il regista e questo è quello che vedo dalla mia finestra". Così il regista inizia a comunicare quello che è il suo progetto, e lo fa dalla sua casa dove come tutti gli italiani, sta vivendo in regime di quarantena. L' idea è quella di girare un film con tutte le persone che vorranno partecipare così da raccontare in un film "Collettivo", l' Italia e gli italiani alle prese con quella che è la pandemia, l'emergenza sanitaria surreale che stiamo vivendo in questo periodo storico, il Coronavirus.  

 Il docu-film si intitola "Viaggio in Italia" e ovviamente stando in casa e non potendo uscire verrà girato e realizzato in smart   working  con  filmati e fotogrammi di vita privata e reale di chi deciderà di esserne protagonista.  

Visualizza questo post su Instagram

Con il regista Gabriele Salvatores stiamo realizzando Viaggio in Italia, un film collettivo che racconta della crisi che stiamo vivendo vista dagli occhi e dagli smartphone degli italiani. A girare questo film sarete voi con le vostre fotocamere. Facciamo un viaggio in Italia stando a casa! Raccontateci quello che state vivendo, cosa vi rende felici, quali sono le vostre paure e cosa vi aspettate dal futuro. ➖ Partecipare semplice: Girate un video Caricate il video sul vostro profilo Instagram Taggate la pagina @viaggioinitaliailfilm Aggiungete gli hashtag #viaggioinitaliailfilm e #raicinema Oppure mandatecelo via mail allindirizzo viaggioinitalia@indianaproduction.com ➖ Gli autori dei video selezionati saranno ricontattati dalla produzione. Saranno accettati solo video girati dentro casa nel rispetto dei decreti in vigore ➖ #viaggioinitaliailfilm #raicinema #iorestoacasa

Un post condiviso da Viaggio in Italia (@viaggioinitaliailfilm) in data:

Il docu-film porta la firma di Salvatores annunciato pochi giorni fa dallo stesso regista da l' Indiana Production e Rai  Cinema.  

Gabriele Salvatores si trova nella sua casa, così come gli italiani  che non lavorano e da questa situazione nasce l'idea di raccontare cosa accade nelle case degli italiani  "a testimonianza e memoria di questo drammatico momento storico nel nostro Paese e nel mondo intero".

"Volete essere i miei occhi", chiede Salvatores nel video, perché proprio questo è il cuore del film: ciò che le persone vedono e vivono nelle loro case, durante la loro quarantena. Un appello a chiunque voglia inviare materiale sulla propria clausura, cosa fa per passare il tempo, cosa vede dalla finestra di casa e cosa pensa, "le difficoltà enormi, le tragedie ma anche le piccole gioie...".

"La comunicazione ufficiale sui nostri canali social partirà dalle pagine Instagram @viaggioinitaliailfilm, @rai_cinema e @theindianaway, con il caricamento di due video con presentazione del progetto e il modalità di partecipazione", dicono gli organizzatori del progetto, che selezioneranno il materiale. 

Salvatores  non è  nuovo a questo tipo di progetti infatti il primo esperimento avenne nel  2014  con "Italy in a Day", che raccontava una giornata tipo degli italiani attraverso contributi video della gente.