News

23 Marzo 2020

Covid-19: Le start up digitali che mobilitano

Covid-19. Commissioni per gli anziani, supporto scolastico online, baby sitting.††Le start up digitali che mobilitano centinaia di aiutanti†

Durante questa grave crisi sanitaria le start up del mondo digitale ​stanno mostrando la loro solidarietà   come mai prima d'ora, offrendo i loro servizi gratuitamente e mobilitando le loro comunità per aiutare le    famiglie. Tra queste, Yoopies​, la più grande piattaforma online di servizi alla persona in Europa, ​ha lanciato  una nuova funzionalità ​“Covid-19 Candidati-Volontari” ​che permette ai suoi user di proporre  gatuitamente servizi a domicilio per aiutare le famiglienel campo del baby sitting, dei servizi agli anziani e del sostegno scolastico ai bambini rimasti senza scuole. Migliaia di volontari hanno già aderito a questa   iniziativa e le famiglie potranno ricercare le persone più vicine al loro domicilio iscrivendosi ​alla pagina dedicata sul sito Yoopies.    Da anni attivo e presente nella realtà delle startup, il CEO di Yoopies, Benjamin Suchar, dichiara: ​“Sono estremamente orgoglioso dello slancio di solidarietà che sta prendendo piede in tutta Europa, e soprattutto del fatto che moltissime aziende, anche giovanissime, ne abbiano preso parte”.      L’appello per gli anziani soli  Sulla piattaforma di Yoopies, una nuova funzione di ​Assistenza anziani - spesa, farmacia (Covid-19) per indicare alle famiglie che sono disponibili a fare spese di alimentari e bisogni essenziali a tutti quegli anziani che vivono soli e lontani dalle famiglie, evitando naturalmente il contatto e senza prestare alcun tipo di assistenza o cura sanitaria. In Italia questa condizione di isolamento rappresenta una realtà quotidiana per centinaia di migliaia di ​senior​ che non possiamo ignorare.     Appello urgente per aiutare i nostri operatori ospedalieri   Con la chiusura delle scuole in tutta Europa, Yoopies continua a contribuire agli sforzi per aiutare il personale sanitario degli ospedali pubblici e privati ad accedere gratuitamente all'assistenza all'ultimo minuto per i  bambini. Oltre 40.000 persone hanno espresso la loro volontà di fornire assistenza all'infanzia su base volontaria in tutta Europa.    Formazione a distanza e supporto scolastico per studenti via webcam  Nell'incertezza che circonda la riapertura delle scuole e delle università, Yoopies ha introdotto una nuova  funzionalità - ​Tutoring scolastico a distanza (Covid-19) - per trovare tutor e insegnanti che possano aiutare  bambini e ragazzi nei compiti che il programma scolastico richiede. In modo da sollevare i genitori che    spesso si trovano a dover seguire i compiti dei figli e contemporaneamente a dover proseguire il loro lavoro da remoto.     Data la natura dell'iniziativa, Yoopies si impegna a fornire la piattaforma gratuitamente per tutte le famiglie e per tutta la durata della crisi sanitaria, affinché chiunque ne abbia bisogno possa accedervi  facilmente e rapidamente.     

  Solidarietà digitale: una rete di soluzioni a servizio dei cittadini durante il confinamento confinamento  L’offerta di Yoopies rientra in una fitta rete di imprese solidali che stanno mettendo in campo le loro   competenze per aiutare la popolazione ad affrontare il confinamento. C’è chi punta all’intrattenimento   costruttivo, come per esempio ​Marshmallow Games​, la startup pedagogica che ha messo a disposizione le   sue Smart Tales (contenuti digitali per bambini dai 3 ai 6 anni) gratuitamente. Lo smart working, così come   lo studio, viene facilitato da applicazioni e programmi offerti gratuitamente e aderenti alla campagna  “Solidarietà digitale” del governo. C’è anche chi punta alla beneficenza: ​WeMakeUp, ​l’e-commerce di trucchi  preferito dai più giovani, per ogni acquisto effettuato, devolverà 1 euro alla SIAARTI, la Società Italiana di Anestesia, Analgesia, RIanimazione e Terapia Intensiva. All’estero, catene di ristorazione come Starbucks et   Pret à Manger abbassano i loro prezzi e danno in omaggio i proprio prodotti.       NOTA IMPORTANTE: Coloro che si offrono come volontari hanno la responsabilità di controllare se nel loro comune di domicilio lo spostamento per attività di volontariato è consentito, per rispettare i provvedimenti presenti e futuri che il governo dispone in materia di servizi di volontariato