News

15 Marzo 2020

Le iniziative nell’Italia blindata

Le iniziative nell’Italia blindata: dai disegni #andrātuttobene ai flashmob dal balcone, al #iosuonoacasa lanciato dai cantanti famosi.

L’Italia blindata ai tempi del Coronavirus si colora di arcobaleno con i disegni realizzati dai bambini e pubblicati sui social dai genitori. E poi ci sono i flash mob dai balconi di casa, iniziativa lanciata con l’hashtag #affacciatiallafinestra o ancora quella portata avanti dai cantanti famosi che suonano da casa loro e fanno le dirette streaming per i loro fan #iosuonodacasa

Insomma, è anche questa l’Italia ai tempi del coronavirus. Dove dal web arrivano ogni giorno centinai di idee per restare vicini anche se lontani nei giorni di quarantena. E lo si fa in tutti i modi e le maniere. Restando a casa ma mettendo in moto la creatività e muovendo le gambe della fantasia che non si ferma anzi galoppa. E allora via a far uscire musica, arte, e tanta voglia di comunicare oltre i limiti. Per essere presenti gli uni per gli altri. E questo può bastare? Per il momento si, anche un gesto apparentemente banale come un applauso possono trasmettere forza a vicenda. Perchè il nostro compito per il momento per salvare la nostra Italia è quello di stare a casa.

L'Italia Arcobaleno "Andrà tutto bene": 

Una delle prime iniziative è stata quella dell’Italia che si colora d’arcobaleno e che coinvolge i più piccoli: far disegnare ai bambini un arcobaleno di qualsiasi dimensione, su un foglio di carta o su un lenzuolo. Il disegno è accompagnato dalla scritta ‘Andrà tutto bene’, che riprende il messaggio apparso su alcuni bigliettini lasciati nei bar in diverse città della Lombardia. Bigliettini diventati un tormentone e uno degli hashtag (#andratuttobene) più usato sui social. I bambini, poi, possono attaccare il disegno sui davanzali e all’esterno delle case ma sono tanti i genitori che postano le foto dei piccoli sui social. L’attrice Laura Chiatti ha condiviso anche lei su Instagram l’arcobaleno realizzato dai suoi bambini, Enea e Pablo. 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by laurachiatti82 (@laurachiatti82) on

 

Questo ha poi seguito alcuni flashmob. Il 12 marzo sui social e su WhatsApp circolava un messaggio ben chiaro: «Questa sera accendiamo tutti ma proprio tutti, da Nord a Sud, una candela o un lumino davanti alla finestra per “illuminare” questo momento buio di Speranza e per dire a tutte le persone ammalate, ai medici, agli infermieri che combattono in prima linea che siamo tutti uniti e con il nostro impegno e responsabilità ce la faremo!». Un’iniziativa subito condivisa da Cristina Parodi che ha pubblicato sul suo profilo Instagram l’immagine con la luce dedicata alla sua città Bergamo, la più colpita dal Coronavirus.

I balconi musicali #affacciatiallafinestra

Quello più in voga e che ha fatto sbizzarrire tutta Italia è stato quello dei balconi musicali lanciati con l’hashtag #affacciatiallafinestra. Appuntamento che è partito dal 13 marzo 2020 alle ore 18 con persone che cantavano e suonavano dalla loro finestra/balcone e che si sta ripetendo tutti i pomeriggi alla stessa ora. L’inno d’Italia è stato quello più cantato e suonato.

 

Il 14 marzo poi c’è stata la volta dell’appuntamento con il flashmob di Nextdoor:

«Ma se organizzassimo un flash mob in tutta Italia, ognuno sul proprio balcone sabato il 14 marzo alle ore 12 per farci un grosso applauso per tutto quello che ognuno di noi sta facendo per questa nazione?»: è l’invito che sta girando di NextDoor, social network dedicato ai vicini di casa.

 

L’Italia è sii blindata ma non si ferma. Anzi, si colora, si illumina, lancia idee e proposte. C’è voglia di reagire all’emergenza coronavirus. Idee che hanno lo stesso progetto in comune: rispondere nel modo migliore possibile e credere che davvero andrà tutto bene. 

Uno dei messaggi più belli sicuramente passati nel web è stato poi il video: "Noi siamo l'Italia", il video condiviso sui social per dire che "andrà tutto bene"! Lo hanno ripreso in molti, su Twitter e su Facebook, dagli utenti comuni a personaggi del mondo dello spettacolo come Paola Turci, che scrive: "Sarò una cretina ma a vedere questo video mi sono commossa".

Un video che rappresenta le bellezze del nostro paese e le imprese sportive dei nostri azzurre per mandare un messaggio: "Il momento è delicato ma noi siamo l'Italia, teniamo duro e tutto andrà bene". Le note sulle quali scorrono queste immagini sono quelle di We Are The Champions dei Queen ma su YouTube e Facebook circolano altre versioni con colonne sonore diverse.

Non si sa chi sia l’autore, ma i brividi e l'emozione che provocano nel vederlo sono automatici, perché noi siamo l’ITALIA e questo non ce lo dobbiamo mai dimenticare. Anche in momenti difficili come questo. Uniti ce la faremo.

@Laura Pace