News

11 Marzo 2020

Le regole nei mercati del capoluogo sardo

La circolare dei mercati civici di Cagliari chiara nelle prescrizioni da rispettare per il contrasto del virus

Immediato l’intervento anche sui mercati civici del capoluogo sardo che in ottemperanza alle misure adottate dal decreto dell’8 marzo per le “zone rosse” fino al 3 aprile 2020. La circolare informa la cittadinanza sulle regole da adottare per favorire il rispetto della distanza di sicurezza di un metro fra le persone. Viene introdotto così il contingentamento degli ingressi e delle presenze contemporanee all’interno degli spazi di vendita.

 

Il numero di clienti contemporaneamente ammessi nei mercati é stabilito orientativamente nella proporzione di 1:1 con i box di vendita attivi. In particolare:

 

Mercato civico di San Benedetto: il pubblico potrà accedere al mercato solo dall’ingresso di via Bacaredda e verrà garantito l’accesso contemporaneo di clienti non superiore a circa 200 persone.

 

Mercato civico di Via Quirra: il pubblico potrà accedere al mercato solo dall’ingresso lato scala mobile e verrà garantito l’accesso ad un numero di clienti non superiore a circa 70 persone per volta.

 

Mercato civico di Is Bingias: l’ingresso è concesso solo da via Curtatone per Massimo 30 persone alla volta.

 

Mercato civico di Sant’Elia: l’ingresso è permesso solo dal lato scala mobile e verrà garantito l’accesso ad un numero contemporaneo di clienti non superiore a 15 persone per volta

 

Mercato di Santa Chiara: l’accesso sarà gestito dagli stessi concessionari, che dovranno garantire il numero adatto di persone in contemporanea al fine di rispettare la distanza di sicurezza.

 

Gli ingressi saranno controllati dalle guardie giurate che verificheranno il rispetto delle prescrizioni, pena la sospensione della attività.