News

10 Marzo 2020

OMS: minaccia pandemia reale

Per il direttore dellíOms la minaccia di una pandemia sarebbe molto reale

Ora che il coronavirus ha messo piede in così tanti Paesi, la minaccia di una pandemia è diventata molto reale. Ma sarebbe la prima pandemia nella storia a essere controllabile".  Sono le parole del direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus, sulla situazione del Covid-19, che riguarda il mondo intero nessuno escluso e per la quale si stanno prendendo i più ferrei provvedimenti a partire dall’Italia. Negli ultimi giorni l’Oms ha sottolineato che la diffusione è molto rapida per i contagi nei Paesi coinvolti, ma allo stesso tempo ha ammesso di non voler usare la parola - Pandemia - che per definizione non è controllabile in nessun modo.

Intanto il numero di persone contagiate nel mondo ha superato le 108mila e quello dei decessi le 3.800. Solo in Italia 97 nuove morti - 34 in Sardegna -.  in Europa il bilancio è salito a oltre 500. La Cina, ha registrato il dato più basso di decessi dall'inizio dell'epidemia: 22, di cui 21 nella regione più colpita di Hubei, mentre i nuovi casi 44, in 24 ore. Il direttore dell'Oms lo ha enfatizzato, dicendo che "in Cina più del 70% è guarito ed è stato dimesso", grazie alle "misure d'emergenza" che hanno "dimostrato di funzionare".

In Europa, in Spagna il numero dei morti è salito a 28 e quello dei contagiati ha superato i mille. Le più colpite sono la regione di Madrid e quella basca: nella prima, le infezioni sono più che raddoppiate in 24 ore, così come i decessi. Le autorità sanitarie stanno quindi valutando di imporre nuove misure di contenimento. La Germania ha intanto registrato le prime due morti legate alla Covid-19, mentre il numero delle persone infette è salito oltre 1.100. In Brandeburgo, invece, tra 4mila e 5mila persone sono in quarantena, perché in una scuola locale i dipendenti sarebbero entrati in contatto con un berlinese contagiato.

Intanto negli Stati Uniti il virus si è allargato a 34 Stati, più Washington DC, con un totale di 560 casi e 24 morti. Lo stato ha sconsigliato di viaggiare sulle navi da crociera, per ora la maggior parte sono state respinte, non hanno ricevuto il permesso di attraccare.

“La vera regola del gioco è non mollare mai, questo può essere fatto solo con misure aggressive messe in atto il più presto possibile” ha detto il direttore esecutivo dell’Oms. “Fino ad ora sono Pochi i paesi con segno di una sostenuta trasmissione all’interno della comunità e finché la situazione resta questa i paesi hanno la possibilità di spezzare la catena dei contagi”.