News

10 Marzo 2020

Coronavirus: richiesta di tamponi ai medici

I medici in prima linea sono quelli pił esposti e bisogna evitare una prossima drammatica carenza di risorse umane, tampone obbligatorio.

"In considerazione del rischio di diffusione del contagio chiediamo la disponibilità, in tutte le province, dell'effettuazione di tampone per i Map (medici di assistenza primaria) e Mca (medici di continuità assistenziale), soprattutto se hanno avuto contatti diretti con pazienti affetti da malattia da coronavirus".

Questo il messaggio lanciato da Paola Pedrini, segretario della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg) della Lombardia, in una lettera indirizzata al governatore della Regione Attilio Fontana, all'assessore al Welfare Giulio Gallera, e al direttore generale Welfare Luigi Cajazzo.

Tutto ciò perché i medici in prima linea sono quelli più esposti e bisogna evitare una prossima drammatica carenza di risorse umane.

"Ogni giorno aumenta il numero di medici di assistenza primaria (Map) e di continuità assistenziale (Mca) affetti da Covid-19 o addirittura ricoverati in terapia intensiva. In assenza di dispositivi di protezione individuale, i medici di medicina generale rischiano di diventare importanti soggetti di diffusione dell'infezione" aggiunge Pedrini.

Un appello per dire che il numero di pazienti affetti da Covid-19 sintomatici, ma non ricoverati è in aumento e che la medicina generale se ne sta facendo carico come può.

 

@Laura Pace