News

4 Marzo 2020

Vinile sempre pių di tendenza

Il mercato del vinile č in crescita con un fatturato di 504 milioni di dollari nel 2019

I vinili vanno più dei cd e non è una novità, già da dieci anni sembra quindi che si sia fatto un salto: dai vinili ai Compact Disc e ancora, ai vinili, che “resistono” al superamento tecnologico. Insomma, dalla tendenza, sottolineata dal rapporto RIAA (Recording Industry Association of America) del 2020 si potrebbe tornare ad una situazione prima del 1982 anno in cui il primo CD per utilizzo commerciale viene prodotto in una fabbrica di Philips ad Hannover in Germania. Nel 2019 sono 504 i milioni di dollari dato più alto dal 1998, che sono stati generati dalla vendita degli LP e così si registra una crescita più che raddoppiata rispetto al 2018. Negli anni la musica digitale ha superato quella del supporto fisico così si è arrivati ad un settore che è stato governato solo da musica in streaming – per il 75 per cento -. Sembra invece che a differenza di tutto il mercato in calo i vinili siano alla ribalta  e lo si evince anche dai dati Nielsen Music, secondo i quali le vendite di LP sono aumentate per il 13esimo anno consecutivo negli Stati Uniti, con 16,8 milioni di album e un incremento del 14,6% rispetto all’anno precedente. Nel 2018 il vinile è passato da una quota del 6,5 all’11,9% di tutte le vendite fisiche realizzate negli Usa.

 

Per quanto riguarda l’Italia, negli ultimi dieci anni si continua a definire il successo dei vinili con una tendenza sempre più a salire rispetto al 2012 quando il vinile occupava circa il 2 per cento del mercato globale. Oggi ricopre il 9 per cento del mercato totale. Da poco la notizia sull’incendio che il febbraio scorso ha colpito lo stabilimento californiano Apollo Master (https://www.apollomasters.com) il principale produttore di lacche – materiale utilizzato per la produzione del vinile - che hanno messo a dura prova il settore.  “A tutti i meravigliosi clienti. È con grande tristezza che vi informiamo che la struttura di produzione e stoccaggio di Apollo Masters ha avuto un incendio devastante e ha subito danni catastrofici. La migliore notizia è che tutti i nostri dipendenti sono al sicuro. Siamo incerti del nostro futuro a questo punto e stiamo valutando le opzioni mentre cerchiamo di affrontare questo momento difficile. Grazie per tutto il supporto nel corso degli anni e le note di incoraggiamento e supporto che abbiamo ricevuto da tutti voi”, questo è il testo, che introduce il sito della Apollo Master. Ma la vendita di LP non si arresta, il mercato non cambia ma si evolve verso una cultura non più di nicchia ma per tutti.

 

@Margherita Pusceddu