News

25 Febbraio 2020

Google impone un'etą minima per avere un account

Google: La novitą arriva direttamente dal grande motore di ricerca, introducendo nuovi account per i minori di 14 anni

Ecco come cambieranno le cose per Google. Infatti, ci sono piattaforme che mettono a rischio la privacy, mentre ce ne sono altre che adottano nuove forme di controllo. La novità arriva direttamente dal grande motore di ricerca, introducendo nuovi account per i minori di 14 anni; account che saranno controllati direttamente dai genitori, e che permetteranno l’accesso ai minori di 14 anni solo a una determinata parte dell’internet.

L’azienda di Google perciò ha annunciato dallo scorso 21 febbraio, delle modifiche in termini di servizio, e non per quanto riguarda nuove funzioni in Google Maps o altro, ma aggiornando quello che potremmo definire il “regolamento interno” della piattaforma.

Tra le varie novità ha creato a partire dal 31 marzo 2020, per chi avrà meno di 14 anni in Italia, una sezione dedicata a questa categoria per la creazione di un account.

Una misura legata direttamente all’introduzione del GDPR: l’articolo 8 del regolamento europeo sulla privacy. L’età cambia da Paese a Paese e in Italia l’età minima è di 14 anni.

Perciò per avviare a questo problema Google ha creato nuovi profili per utilizzare la piattaforma anche ai minori di 14 anni. Basterà scaricare l’app Family Link sul proprio smartphone e creare degli “account figli” utilizzabili anche da chi non raggiunge ancora l’età minima stabilita nei nuovi termini di servizio. 

Ciò darà modo di controllare tutto ciò che fanno gli account figli e gestire il “tempo di schermo”, ossia le ore che i bambini possono trascorrere con lo smartphone tra le mani.

Queste misure sulla privacy sono state seguite nei mesi precedenti anche da altre piattaforme come WhatsApp o Instagram, dovendo  indicare l’età minima per la creazione del profilo.