News

23 Febbraio 2020

I piatti consigliati per gli innamorati

la Coldiretti stila una lista di pietanze e spezie tra le pił afrodisiache per il San Valentino. Tutto a km 0 e prodotto in Italia dalla 'Nduja fino al tartufo e allo zafferano.

Tanto si è detto di San Valentino, dai luoghi preferiti dagli innamorati per il weekend, fino ai regali più graditi e dopo la cena del 14 c’è chi ancora continua i festeggiamenti e decide di andare fuori a mangiare, che sia pranzo o cena anche sabato e domenica. A questo punto ci si chiede quali siano le pietanze più indicate e più desiderate dalle coppie durante – perché no – la settimana dell’amore che segue al giorno di San Valentino. La Coldiretti fa una lista dei piatti perfetti per gli innamorati, che siano afrodisiaci o semplicemente buoni e amati dalla maggior parte delle persone un giusto mix tra questi cibi potrebbe rendere le serate ancora più interessanti. “Dai pistacchi alla ‘Nduja, dal peperoncino al finocchietto selvatico, dal tartufo allo zafferano, dai pinoli al miele”, inizia così la nota sui cibi più “piccanti” del San Valentino. Secondo l’indagine on line condotta da Coldiretti sembra che la maggior parte degli italiani continui a regalare i più classici fiori il 37 per cento degli italiani (quattro su dieci) a seguire ci sono i cioccolatini o altri dolciumi 30 per cento, poi vestiti abbigliamento e accessori 25 per cento e infine l’8 per cento regala gioielli e oggetti di valore. Non è necessario ricorrere alle spezie della tradizione oltreoceano per colorare le cene amorose ma a vincere è il km 0 tantissimi i prodotti italiani consigliati. Si parte dal pistacchio di Bronte, dal paese in provincia di Catania (frastuca in siciliano), che ha un’elevata quantità di antiossidanti, contiene alte percentuali di arginina, che migliora il flusso sanguigno.

Non può mancare il peperoncino afrodisiaco per antonomasia per l’effetto vasodilatatorio sulla circolazione periferica e anche la ‘nduja il salame piccante spalmabile più famoso della Calabria composto da carne suina ed un’alta dose di peperoncino. Ancora, Coldiretti consiglia lo zafferano prodotto dagli stimmi essiccati dei fiori uniti ai pinoli che con un alto contenuto di zinco, favoriscono il livello di testosterone mentre il finocchietto ha un effetto equilibrante sugli ormoni femminili. E ancora il brodo di giuggiole – da cui deriva l’espressione di estasi per antonomasia - il miele e il tartufo