News

18 Febbraio 2020

Pagine personalizzate: Spotify agevola i cantanti

La nuova funzione chiamata Songwriter Pages č stata annunciata da Spotify per agevolare gli autori delle canzoni. Inizialmente verrā utilizzata da artisti come Meghan Trainor, Missy Elliott e Justin Tranter.

Il plagio all’interno del mondo della musica è all’ordine del giorno; ma soprattutto domande come “chi fa la musica, come, quando e con chi” stanno diventando sempre più frequenti da parte dei singoli ascoltatori. Spotify vuole quindi fronteggiare il problema dando un’agevolazione a chi ci mette la firma. La nuova funzione chiamata Songwriter Pages è stata annunciata da Spotify il 12 febbraio 2020, e sarà utilizzata inizialmente da artisti come Meghan Trainor, Missy Elliott e Justin Tranter.

Così chiunque ascolterà la piattaforma di musica più amata degli ultimi anni, finalmente avrà tutte le info necessarie. Perché Spotify decide di introdurre una funzione che dedica le “pagine” ad ogni artista. Schede personalizzate, che riassumeranno il profilo di ciascun artista, includendo un elenco delle canzoni pubblicate e che hanno visto la partecipazione dell’artista stesso;

Si creerà così una playlist chiamata “Written By”, nel tentativo di rendere l’utente più aggiornato sulle canzoni scritte e da chi. Mettendo in evidenza il profilo del singolo artista, con lo scopo di creare “interazioni” anche nel mondo Spotify, con un dietro le quinte della produzione e distribuzione musicale di oggi. Oltre a ciò Spotify funzionerà come uno Shazam mixato a Siri. Dicendovi chi state ascoltando in quel preciso momento. Perciò se gli chiederete quale canzone state ascoltando vi risponderà.

Non si sa se questo servirà al singolo artista per fargli promozione e avere un maggiore successo, ma di certo ci sarà una maggiore prevenzione online sulla paternità delle canzoni che ascoltiamo.

 

 @Redazione Sintony News