News

10 Febbraio 2020

Aldilā e realtā virtuale: emozioni mamma e figlia

Commovente “incontro” virtuale tra una mamma e la figlia morta a sette anni mamma e figlia si abbracciano dopo tre anni dalla morte della bambina

Era fortissimo il desiderio di riabbracciare la piccola figla di sette anni scomparsa prematuramente che una donna sudcoreana ha realizzato il suo desiderio attraverso “I met You”, la realtà virtuale del documentario.

Per una mamma non c’è dolore più forte e innaturale di perdere un figlio. Così Jang è riuscita a riabbracciare la piccola scomparsa all’ età di soli sette anni di nome Nayeon.

La bellissima bambina era morta tre anni fa a seguito di un male incurabile

Non c'è dolore più atroce al mondo della perdita di una persona cara, addirittura del proprio figlio, specie se si tratta di una bellissima bambina di 7 anni di nome Nayeon, scomparsa in seguito a un male incurabile.

Il “miracolo” tecnologico è riuscito grazie a un visore VR, all’ interno di un ambiente digitale creato per il documentario intitolato appunto I met you – Ho potuto rincontrarti trasmesso dalla tv sudcoreana Munhwa Broadcasting.

Un emozione forte che ha vissuto l’intera famiglia della piccola Nayeon che si è materializzata davanti agli occhi della mamma, del papà e del fratello. La donna ha trascorso  virtualmente con la bambina un intera giornata e ha festeggiato con lei anche il compleanno dove Nayeon ha soffiato le candeline.  

La bambina ha sorriso, corso e parlato con la mamma fino a regalare un fiore bianco a Jang.

Nayeon si è poi addormentata accanto alla mamma liberando farfalle dalla sua anima:  "Ho vissuto un momento felice, il sogno che ho sempre voluto vivere" ha detto con le lacrime agli occhi e la voce rotta la mamma.  

La tecnologia così regala emozioni e momenti di vita intensi che non si sono potuti vivere nella realtà che ogni giorno ci circonda

@Redazione Sintony News