News

5 Novembre 2019

Playmobil il film arriva nelle sale il 31 dicembre

Per pių di 45 anni, i bambini di tutto il mondo sono stati deliziati dai giocattoli di plastica alti 7,5 cm, noti come Playmobil

PLAYMOBIL: THE MOVIE  un film di  LINO DISALVO  con  ANYA TAYLOR-JOY JIM GAFFIGAN GABRIEL BATEMAN  ADAM LAMBERT KENAN THOMPSON MEGHAN TRAINOR  e con DANIEL RADCLIFFE  distribuito da  NOTORIOUS PICTURES  durata 99'  AL CINEMA DAL 31 DICEMBRE 2019   con le voci di J Ax e Cristina D' Avena 

www.notoriouspictures.it 

Per più di 45 anni, i bambini di tutto il mondo sono stati deliziati dai giocattoli di plastica alti 7,5 cm, noti come PLAYMOBIL. Quest'anno, i popolari giocattoli prendono vita nel nuovo film realizzato e immaginato da ON Animation Studio.

Diretto da Lino DiSalvo, Playmobil: The Movie presenta le voci di Anya Taylor-Joy, Gabriel Bateman, Daniel Radcliffe, Jim Gaffigan, Meghan Trainor e Adam Lambert. È prodotto da Aton Soumache, Dimitri Rassam, Alexis Vonarb, Axel Von Maydell e Moritz Borman. La sceneggiatura è di Blaise Hemingway, Greg Erb e Jason Oremland. Playmobil: The Movie uscirà in oltre 60 paesi a partire dall'estate 2019.

Con un prologo e un epilogo in live-action, Playmobil: The Movie è incentrato su una giovane ragazza di nome Marla (Anya Taylor-Joy) che intraprende un viaggio epico dopo che suo fratello minore Charlie (Gabriel Bateman) scompare nel vasto e meraviglioso mondo animato di PLAYMOBIL. Mentre Marla cerca di trovare suo fratello in questo regno magico, incontra un gruppo straordinario di personaggi, tra cui l’amichevole camionista Del (Jim Gaffigan), l'agente segreto Rex Dasher (Daniel Radcliffe), una moderna fata madrina (Meghan Trainor) e l'imperatore avido di potere Maximus (Adam Lambert). Dopo aver ritrovato il fratello, le sue avventure insegnano a Marla a liberarsi dalla sua strutturata vita da adulta, a riconnettersi con i suoi sogni d'infanzia e godere delle infinite possibilità della sua immaginazione.

 

LA VISIONE CREATIVA DEL REGISTA

Al regista del film Lino DiSalvo, Playmobil: The Movie ha offerto l'opportunità di ricordare come giocava con i suoi giocattoli preferiti da bambino. "Giocattoli come Playmobil sono una porta di accesso ai tuoi ricordi passati", osserva. "Possono essere come macchine del tempo e quando ti riportano indietro, ti riaccendono immediatamente quella scintilla. Ho avuto l'ispirazione per il film quando ho visitato la mia casa d'infanzia e ho trovato alcuni dei miei giocattoli. Ho ricordato come fossi così felice solo nel poter giocare con un giocattolo, nel perdermi e creare le mie narrazioni".

DiSalvo, che è stato il capo dell'animazione per Frozen e supervisore di Bolt e Rapunzel della Disney, afferma che è stata un'esperienza elettrizzante portare tutto ciò che aveva imparato alla Disney nel magico mondo di Playmobil. Ripensando agli ultimi quattro anni, afferma: "Il processo creativo è stato assolutamente incredibile. Ho avuto modo di collaborare con questo incredibile team che crede davvero in questi personaggi e nella storia e di avere queste meravigliose canzoni. Arrivare finalmente al momento in cui finisci il film e ascolti l'orchestra che suona le canzoni che hai creato per i personaggi, che erano solo nella tua testa fino a pochi anni fa... è davvero incredibile".

Il regista sottolinea che la maggior parte delle fiabe utilizza un dispositivo visivo che sorregge tutta la storia. "Abbiamo esplorato diverse possibilità ma nulla di tutto ciò sembrava organico alla storia che stavamo cercando di raccontare", spiega DiSalvo. "Quindi ci siamo resi conto che per avere un contrasto dinamico e stimolare maggiormente l'animazione, era meglio avere un inizio e un finale in live-action. La nostra protagonista Marla ha perso il contatto con il punto di vista della bambina dentro di lei. Ci sembrava giusto mostrarla in un mondo live-action in cui non c'è magia. Quando poi si trova in una situazione particolarmente magica, che è l'ingresso nel mondo di Playmobil, ciò diventa il catalizzatore di tutto il film".

DiSalvo afferma che la sua pluriennale esperienza alla Disney gli ha insegnato il valore della ricerca. "Ho due figli, una bambina di 2 anni e mezzo e un bambino di 5 anni e mezzo", afferma. "Abbiamo molti giocattoli a casa, inclusi LEGO e PLAYMOBIL! Li amiamo entrambi, ma i miei bambini giocano con quei giocattoli in modo molto diverso. Direi che LEGO riguarda la costruzione, PLAYMOBIL i giochi di ruolo. Volevo assicurarmi di aver portato quell'idea nel film, poiché Marla viene letteralmente trasformata in un giocattolo e finisce in un mondo magico".

Ripensando alla sua esperienza, DiSalvo è felice che il film sia onesto ed emotivo, pur essendo molto divertente allo stesso tempo. "Era davvero importante fare qualcosa che avrebbe portato il pubblico in un viaggio emotivo", aggiunge. "È qualcosa che penso che i film Disney facciano davvero bene. Trame semplici con personaggi complessi. Questo era il mio obiettivo per questo film, prendere tutto ciò che ho imparato negli anni alla Disney Animation e applicarlo qui".

Una delle caratteristiche del film è che i personaggi possono viaggiare in diversi regni, il che ha permesso a DiSalvo e al suo team di divertirsi con vari generi cinematografici. "Siamo stati in grado di fare qualcosa che chiamiamo ‘salto di genere’ nel secondo tempo del film", spiega. "Ci sono delle caratteristiche appartenenti a tutti i generi possibili, Western, Fantasy, Fantascienza, Musical. Mentre i personaggi viaggiano attraverso le diverse terre, abbiamo adottato il linguaggio cinematografico, la recitazione e il dialogo dei diversi generi... ci siamo divertiti molto".

I bambini creano le proprie storie. Usando la loro immaginazione, si tuffano nel mondo di PLAYMOBIL. Possono essere cavalieri, vichinghi, principesse o cowboy. Sono abbastanza seri quando si tratta dei loro giochi, ma si divertono molto! Quindi si tratta di ‘divertimento serio’ e di creare storie personali. Questo è molto importante per un'educazione creativa: PLAYMOBIL è un pilastro della nostra cultura".

Von Maydell sottolinea che PLAYMOBIL si distingue dagli altri giocattoli in quanto attrae allo stesso modo i ragazzi e le ragazze. "È un giocattolo unisex. Spesso vediamo ragazzi e ragazze che giocano insieme nel mondo di PLAYMOBIL", spiega. "Ci sono pirati, cavalieri, agenti di polizia, vigili del fuoco, spose e principesse e i bambini si legano a questi personaggi in tutto il mondo! Puoi mescolare personaggi e mondi, l'unica limitazione è la tua immaginazione. Puoi viaggiare nel tempo, volare sulla luna ed essere un pirata allo stesso tempo".

Il team creativo voleva anche assicurarsi che il film piacesse a tutti, sia al pubblico più giovane che ai loro genitori. "PLAYMOBIL è sul mercato dal 1974, quindi molti genitori in tutto il mondo sono cresciuti con questi giocattoli", afferma Von Maydell. "Il film è per tutta la famiglia. Se si considera la storia, abbiamo una storia complessa e divertente che attira un pubblico più anziano, e poi include anche questi dettagli molto divertenti che piacciono molto ai bambini".