News

20 Ottobre 2019

L'autunno sardo

Sempre mare ma molto di pił tra: sagre, passeggiate, sport all'aperto, storia e cultura

Chi l’ha detto che la Sardegna è bella solo per il mare? Probabilmente la maggior parte dei visitatori “estivi”! E’ vero che sono le spiagge, le maggiori attrattive per l’isola, che vanta acque cristalline da favola, ma è altresì vero che la Sardegna si può riscoprire anche in autunno. Ottobre, novembre e dicembre sono i mesi migliori per ciò che riguarda sagre, paesini da sogno, parchi e trekking e perché no – in questo caso ultimo nella lista – anche il mare. Il mare sardo autunnale è meno affollato e anche senza immergersi offre pace e relax. Si fa presto a parlare dei turisti ma la lista delle cose da fare in Sardegna in autunno è utile anche ai “locali”, che hanno il desiderio di riscoprire: folklore, paesaggio e tradizione. Vediamo, quindi, cosa fare in autunno:

1) Degustazioni, sagre e feste locali, tour enogastronomici e vendemmia. Per gli amanti del cibo il giusto connubio tra passeggiate, storia locale, folklore e buon cibo. Sono tante le iniziative presenti sul territorio che permettono di scoprire le tipicità locali caratteristiche della stagione. La cultura enogastronomica sarda è sempre più diffusa e apprezzata.

2) Autunno in Barbagia: l'appuntamento autunnale nell'Isola che ogni anno si arricchisce di più. Un’iniziativa in linea con il turismo esperienziale perché i paesi dell'entro terra nuorese aprono le porte ai visitatori locali e non solo. I cortili delle case, le cortes, si aprono ai turisti e offrono vere  prelibatezze. Un incontro di sapori, tradizioni e un ricco calendario di eventi collaterali che accompagnano tutta la durata della manifestazione.

3) Scampagnate all'aria aperta: sono tanti i parchi di città, basti pensare solo a Cagliari ma anche fuori capoluogo. Ad esempio il parco dei Sette Fratelli, la Giara di Gesturi, il Parco degli Angeli a Giba, il Complesso nuragico di Barumini e tanti altri. I paesaggi e il profumo di muschio fresco sono irresistibili per chiunque anche per gli stessi locali.

4) Pranzi in agriturismo o fattorie didattiche, soprattutto se si hanno bambini: dopo una stagione al mare, nelle giornate autunnali, ci si chiede spesso cosa fare coi bambini. Una bella gita in qualche agriturismo o fattoria didattica può accontentare tutti. I grandi pensano al buon cibo e buon vino e i piccoli a giocare all'aria aperta insieme ai tanti animali presenti.

5) Escursioni e trekking all'aria aperta: i paesaggi dell'Isola sono tra i più apprezzati dagli amanti di queste attività. I colori della natura selvaggia e i paesaggi rocciosi o i tanti sentieri, regalano a chi li vive, sensazionali emozioni di pace e

6) Sport all'aria aperta: arrampicata, surf, escursioni in mountain bike coast to coast o nelle zone interne.

7) Gite in lago: l'autunno e la primavera offrono un'ottima alternativa al mare, il lago, fattore di attrazione turistica e complemento di un'esperienza che permette di volgere uno sguardo sul territorio in chiave più intima, tra natura e avventura. L'escursione in battello stile Missisipi sul lago Flumendosa non vi deluderà!

8) Gita col Trenino Verde: con la sua rete di circa 600 km, percorre quasi tutte le regioni geografiche dell'Isola. La gita in Trenino ti porta a scoprire una Sardegna insolita, quella dell’interno, quella più suggestiva e misteriosa che mai ti aspetteresti di conoscere. Una storia da raccontare e da vivere immersi del paesaggio e nella natura!

9) Nuraghi e Musei presenti in tutta l'Isola. Questo punto meriterebbe, in realtà, un approfondimento a parte. La Sardegna è una delle terre più antiche del Mediterraneo che vanta una ricchissima storia fatta di importanti testimonianze archeologiche sul territorio, oltre che numerosi reperti custoditi nei diversi musei dell'Isola.