News

14 Luglio 2019

La longevitÓ dei sardi

L'isola Ŕ una delle 5 "Zone Blu" del mondo

La Sardegna, isola magica, non solo per le bellezze del territorio e le usanze misteriose, ma anche per la durata e la qualità della vita dei suoi abitanti, che lascia sempre il mondo a bocca aperta. Ci si chiede - ovunque - perché un anziano signore, che vive le sue giornate seduto in una sedia di paglia fuori dalla sua casuccia all’ombra di un fico in una stretta via del paese, possa vivere meglio di chi - al nord Europa o ad esempio negli Stati Uniti - possiede ogni lusso e comodità nella sua villa con piscina. Ovviamente questo dato non può che incuriosire.

 

Al riguardo si può citare il famoso quotidiano statunitense. Usa Today che tempo fa ha dedicato un lungo articolo alla longevità dei sardi. Nell’articolo, il giornalista Matthew Vickery, descrive la Sardegna come una pittoresca isola italiana e nel pezzo ci sono le testimonianze di diversi signori dai 93 anni in su, di alcuni paesi, tra questi, Esterzili e Seulo,

 

Secondo l’articolo, ormai divenuto famoso in Sardegna, l'isola è una delle 5 "Zone Blu" del mondo, quelle dove si vive più a lungo. Le altre quattro sono Okinawa (Giappone), Nicoya (Costa Rica), Icaria (Grecia) e la comunità avventista del settimo giorno a Loma Linda, in California. Dopo avere raccolto le testimonianze degli anziani, nel suo articolo il giornalista americano, sottolinea l'importanza dei fattori genetici all'origine della longevità in Sardegna. Per lui, e per gli studiosi intervistati, la genetica è il fattore principale. Gli individui che vivono fino a queste età sono quasi sempre collegati tra di loro, queste zone, infatti, hanno una lunga storia di isolamento, e il pool genetico dei residenti è piccolo. La longevità sarda rimane ancora oggetto di studio per diverse squadre di scienziati internazionali.

 

 

@Margherita Pusceddu