News

30 Settembre 2018

Animali: La paura pił grande quando si ama troppo

Gli ultimi momenti degli animali consistono nel guardarsi intorno cercando il proprio padrone

Quando adottiamo un amico a quattro a zampe lo facciamo per la vita e sappiamo che purtroppo lui se ne andrà via prima di noi infatti i cani e gatti hanno un aspettativa di vita troppo breve rispetto all’uomo e quando si ama senza riserve al solo pensiero il dolore ci pervade.

Perdere il proprio animale domestico è devastante. Perdi un convivente, un amico, perdi il tuo compagno di avventura colui che non ti ha mai lasciato solo e non ti ha mai giudicato. Gli animali domestici fanno parte della famiglia e i loro occhi ci cercano in continuazione anche nei momenti più difficili per loro.

Purtroppo capita che spesso ci si trovi a prendere delle decisioni importanti con il   veterinario. Il Daily Mail ha raccolto e pubblicato una serie di testimonianze dei veterinari ma anche un appello importante per non lasciarli soli al momento di salutarli per sempre e farlo   passare oltre questa vita terrena.

secondo quanto riportato il 90% dei padroni compiono un grave errore ovvero quello di non accompagnare sul “ponte”  i propri animali.

 

Il tweet pubblicato dall'utente Jessi Dietrich tempo fa aveva commosso in molti: "Ho chiesto al mio veterinario quale reputa essere la parte più dura del suo lavoro e mi ha risposto che è quando deve praticare l'eutanasia, ma i padroni nel 90% dei casi decidono di non assistere. Gli ultimi momenti degli animali in questo caso consistono nel guardarsi intorno cercando il proprio padrone e questo mi uccide".

 

Asked my vet what the hardest part was about his job &he said when he has to put an animal down 90% of owners don't actually want to be in the room when he injects them so the animal's last moments are usually them frantically looking around for their owners &tbh that broke me

— jessi dietrich (@jessi_dietrich) July 27, 2018

 

Anche l'Hillcrest Veterinary Hospital, una clinica sudafricana, ha condiviso in rete un messaggio simile, invitando chi possiede un amico a quattro zampe a non abbandonare quest'ultimo proprio nel momento di estremo bisogno, ovvero nel passaggio a miglior vita.

"Vi prego di non lasciarli - si legge nel post -. Non fate in modo che passino dalla vita alla morte in una stanza piena di sconosciuti e in un posto che detestano. La cosa che la maggior parte della gente deve sapere, ma che ignora per lo più, è che loro vi cercano quando li lasciate. Passano in rassegna ogni volto nella stanza cercando la persona che amano. Non riescono a capire perché li abbiate lasciati soli proprio quando erano ammalati, spaventati, vecchi o mentre stavano morendo di cancro, quando avevano bisogno del vostro conforto. Non siate dei vigliacchi solo perché pensate che assistere sia troppo difficile per voi".

Il momento  dell'eutanasia è difficile. La separazione lo è. Ci sono veterinari che hanno una particolare sensibilità e c’ è chi a domicilio aiuta  il nostro amico di una vita ad andare via con serenità magari dopo una lunga malattia nella casa che lo ha visto crescere .