News

2 Ottobre 2019

Proposta di legge per diritto al voto.

Pił di 1 milione di giovani 16 enni Italiani potrebbero andare alle urne

Letta lancia la proposta di voto anche per i 16 enni e  trova l'accordo di diversi partiti   molti dei quali già in passato avevano ipotizzato di includere i giovani nelle decisioni politiche.

Il premier Conte, si è detto d'accordo. Anche in considerazione del fatto che altri ordinamenti (come quello austriaco) già lo prevedono.

Perché si torna a parlare di far votare i 16enni
Letta dice anche “è una riforma costituzionale da fare in un anno: il voto ai sedicenni”. Una riforma “urgente”, un “modo per dire a quei giovaniche abbiamo fotografato nelle piazze, lodando i loro slogan e i loro entusiasmo: ‘vi prendiamo sul serio e riconosciamo che esiste un problema di sottorappresentazione delle vostre idee, dei vostri interessi'”.

Perché si torna a parlare di far votare i 16enni
L’Austria è stato il primo Paese dell’Ue ad abbassare l’età minima legale per il voto nel 2007. I 16enni possono votare per le elezioni locali in alcuni Länder in Germania mentre in Scozia hanno potuto votare per la prima volta nel 2014 in occasione del referendum sull’Indipendenza e dal 2015 per le politiche. In Norvegia nel 2011 è partita una sperimentazione per quanto riguarda le elezioni locali e in Grecia l’età per votare è stata abbassata a 17 anni.

Si può votare a 16 anni anche in Argentina e Brasile (ma il voto è obbligatorio per chi ha dai 18 ai 70 anni), Nicaragua e Cuba. Urne aperte ai 17enni anche a Timor Est, Etiopia, Indonesia, Corea del Nord, Sudan.


 

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/politica/voto-16-anni.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

 

Potrebbe interessarti: https://www.today.it/politica/voto-16-anni.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930