News

14 Agosto 2019

Cagliari: mostre e musei a Ferragosto

Ferragosto porte aperte in cittÓ per turisti e sardi

Nessuna serrata ferragostana per i Centri comunali d’arte gestiti dal Consorzio Camù. Al Castello di San Michele, dove è visitabile il corpo centrale della mostra Tracce – Asia 2562 che espone le opere di Federico Crisa e Noemi Didu, i cancelli saranno aperti al pubblico dalle ore 17 alle 20. L’esposizione è completata da una sezione allestita dentro il Museo “Stefano Cardu” alla Cittadella dei Musei.

Tracce – Asia 2562 è una esposizione-installazione che prende la forma di una cartografia del percorso fatto da Crisa e Noemi Didu durante il loro viaggio di quaranta giorni nel Sud Est asiatico e in particolare in Thailandia, paese che per vent’anni ha ospitato il grande viaggiatore e collezionista cagliaritano dell’Ottocento, Stefano Cardu. Una mostra che si divide tra le sale del Castello San Michele, che ospita il nucleo centrale del progetto, con un percorso fotografico di circa 70 immagini scattate fra Thailandia, Vietnam e Laos cui si affianca una selezione di tele di grande formato e mattonelle dipinte. Il Museo d’arte Siamese “Stefano Cardu” ospita a sua volta dieci mattonelle dipinte e una proiezione su video in loop di una selezione di immagini fotografiche.

Stesso orario all’Exma di via San Lucifero che ospita Danilo Sini: al limite del senso, personale dedicata ad uno degli artisti contemporanei più rappresentativi in Sardegna.

Danilo Sini è uno degli artisti contemporanei più rappresentativi in Sardegna: a partire dagli anni Ottanta, ha giocato un ruolo importante nella fase di transizione al Postmoderno, che si caratterizza per il rifiuto delle grandi narrazioni, per lo sradicamento dei confini e delle convenzioni, per il pluralismo e le diversità assunte come valore.

Orario prolungato, dalle 10 alle 20, al Ghetto di via Santa Croce dove sta riscuotendo un ottimo successo di pubblico FROM THE STREET TO THE MUSEUM Works of the artist known as BANKSY, la prima mostra in terra sarda dedicata all’opera dello street artist Banksy.

In mostra le sue immagini più celebri, quelle che si sono guadagnate altissima popolarità attraverso la condivisione sui social media. Tra queste la serigrafia con una delle sue immagini più famose, quella della bambina con un palloncino rosso in mano (Balloon Girl), recentemente al centro dell’attenzione mondiale per la sua clamorosa autodistruzione, avvenuta subito dopo essere stata battuta all’asta per oltre 1 milione di euro.

Prosegue l’iniziativa lanciata dal Consorzio Camù per visitare le mostre dei Centri comunali d’arte EXMA e Castello di San Michele con un biglietto ridotto.

Chi acquisterà un biglietto valido per accedere alla mostra From the street to the Museum. Works of the artist known as BANKSY, in corso di svolgimento nel Centro comunale d’arte Il Ghetto, avrà diritto all’accesso con biglietto ridotto per le mostre Danilo Sini – al limite del senso, visitabile all’EXMA e Tracce – Asia 2562, al Castello di San Michele. Sarà sufficiente conservare il biglietto della mostra su Banksy e esibirlo nelle altre due biglietterie. La promozione è valida per tutto il periodo di apertura delle mostre.