News

11 Marzo 2020

Coronavirus, Macron: “Siamo solo all’inizio”

Anche la Francia con tutta l’Europa č in ginocchio. Il Presidente Macron dichiara l’inizio della crisi

Aumenta l’allerta Coronavirus e con tutta l’Europa anche la Francia è in ginocchio. Stamattina il presidente Emmanuel Macron ha visitato una centrale che gestisce le chiamate urgenti in un ospedale parigino e ha dichiarato: “Siamo soltanto all’inizio di questa epidemia, bisogna essere molto chiari, lucidi. Siamo organizzati e in particolare i nostri pronto soccorso affrontano l’inizio della crisi”.

 

Intanto è in quarantena il capo di gabinetto, Patrick Strzoda, insieme a uno dei suoi più stretti collaboratori, “per precauzione” dopo che i due sono stati a contatto con un caso positivo la scorsa settimana. Sale a trenta morti e 1.606 persone contagiate il bilancio del coronavirus in Francia pubblicato oggi dal ministero della Salute. Le autorità francesi precisano che l'allerta resta ancora allo 'stadio 2', quella precedente all'epidemia. L'ultimo bilancio di ieri sera era di 25 morti e 1.412 contagi riscontrati.

 

Intanto Vienna da oggi ha chiuso le frontiere, in Spagna +40 per cento dei contagi in un solo giorno, Malta da ieri notte, dopo le dichiarazioni di Conte ha chiuso i passaggi: aerei navali e terrestri con l'Italia. in Germania “i casi positivi sono stati identificati molto presto”. Per fare fronte all’epidemia il Parlamento tedescoautorizzerà uno stanziamento straordinario di un miliardo di euro.

 

Nel frattempo si si verificano i primi due casi da coronavirus tra il personale della Commissione Europea e della Banca centrale europea. Il presidente del Parlamento Ue David Sassoli si mette in autoquarantena e segue la plenaria da casa.