News

10 Marzo 2020

Coronavirus: il modulo per gli spostamenti

Ecco come funziona líautocertificazione per gli spostamenti

Da oggi e sino al 3 aprile, dopo la pubblicazione dell’ultimo decreto, anche nell’isola ci si potrà spostare nei comuni solo per comprovate esigenze. “Io resto a casa” estende a tutte la penisola e quindi anche alla Sardegna le regole ferree prima previste per le sole zone rosse, (Dpcm) tra le diverse limitazioni previste dal decreto le più ostiche riguardano appunto gli spostamenti per i quali è previsto idoneo documento. "Bisogna evitare ogni spostamento di persone fisiche in entrata e in uscita dai territori nonché all'interno degli stessi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da co provate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute che vanno dimostrati (pena l'art 650 c.p)"

l'autocertificazione è necessaria per qualunque tipo di spostamento, anche quotidiano al di fuori del territorio nazionale e del proprio comune di residenza o domicilio. Anche per gli spostamenti di lavoro quotidiani, se la sede lavorativa dovesse essere in un diverso comune, sarà comunque necessaria l'autocertificazione. È proprio per questo motivo che le aziende dovranno adottare il più possibile le modalità di lavoro in Smart working per i propri dipendenti. 

Per gli spostamenti nel proprio comune di residenza si dovrà comunque rispettare il criterio di stretta necessità: si potrà andare a fare la spesa, in farmacia e nelle altre attività commerciali aperte sempre rispettando la regola della distanza di sicurezza tra una persona e l'altra di almeno un metro. I gestori delle attività dovranno da parte loro garantire l'accesso ai luoghi con le modalità idonee ad evitare l'assembramento di persone e tali da garantire la distanza,

I bar e I ristoranti potranno rimanere aperti dalle 6 alle 18, anche qui si dovrà far rispettare la distanza di siscurezza interpersonale di almeno un metro. Nel fine settimana dovranno rimanere chiusi centri commerciali e negozi di medie e grandi dimensioni - tranne le farmacie e i supermercati -. Restano vietati gli assembramenti all'aperto, scuole e Università chiuse fino al 3 aprile 2020. 

Intanto  gli spostamenti dal comune di residenza sono infatti previsti e giustificati solo per motivi di: salute, lavoro e famiglia. Per tali casi è necessario munirsi di autocertificazione. Perciò chi si sposta per esigenze motivate dovrà presentare ai controlli il modulo. Qui si può scaricare: (Modulo).