News

17 Febbraio 2020

Il 17 febbraio č la festa del gatto

Una scusa in pių per tutti i gattofili, che potranno esagerare con le coccole dedicate al loro piccolo felino. Sempre senza esagerare.

Anche il più piccolo felino è un capolavoro”, è la celebre frase di Leonardo da Vinci. Tanti, i celebri personaggi della storia, che amavano e amano profondamente i gatti, tra questi anche Winston Churchill, che aveva scritto: “I cani ti guardano dal basso verso l’alto i gatti invece dall’alto al basso”.  La giornata internazionale del gatto si festeggia il 17 febbraio di ogni anno, non tutti lo sanno, ma di sicuro gli amanti dei piccoli felini ne sono a conoscenza, pronti, tale giorno ancor di più, ad omaggiare il loro amico a quattro zampe e fargli un bel regalo con la scusa della sua festa.  Circa 8 milioni sono i gatti che vivono nelle case italiane e fanno parte della famiglia umana - con la loro amata riservatezza e indipendenza - ma sempre lì a coccolare i padroni. La giornata dei mici è stata istituita nel 2002 dall’International Fund for Animal Welfare, per i paesi del mondo la giornata del gatto cade l’8 agosto ma in Italia e nella maggior parte d’Europa si è optato per febbraio, ancora in Russia il gatto si festeggia il 1° marzo. Dal sondaggio è emerso, infatti che febbraio è il mese dell’Acquario il segno zodiacale della libertà, degli spiriti liberi proprio come i gatti mentre il numero 17, nella tradizione italiana è sinonimo di giorno sfortunato, la stessa fama riservata al felino amico dell’uomo. Ancora scomposto il 17 sarebbe: 1 + 7, quindi una per sette vite, le stesse che avrebbero i gatti. A confermare come il gatto sia l’animale scelto dalla maggior parte delle famiglie italiane, i dati di Privalia, che registrano ben 7,5 milioni di gatti nelle case italiane contro i 6,9 milioni di cani. Più della metà dei clienti ha dichiarato di non badare a spese per la cura del proprio gatto, un budget di oltre 40 euro al mese per cibo e accessori, il primo posto tra gli oggetti se lo aggiudica la cuccia e poi i tiragraffi, tra gli oggetti più costosi e più stilosi anche come arredo per il living dei gattofili.

@Margherita Pusceddu