News

10 Febbraio 2020

Gli amanti dei fantasmi spenderanno 500 euro

La rocca sforzesca di Soncino, tra le pių belle in Italia, č anche meta prediletta dei ricercatori di fantasmi. Troppo traffico, il comune chiede cosė 500 euro di biglietto.

Soncino, in provincia di Cremona è nota soprattutto per il suo castello. La rocca sforzesca, tra le più belle in Italia, è conservata perfettamente dalla fine del 400’ e attira a sé tantissimi visitatori ogni giorno. Ma la novità è che la rocca di Soncino è divenuta meta di “appassionati di fantasmi”, che ogni giorno cercano sotto le antiche mura le presenze di personalità antiche decedute da secoli e così invadono le visite dei semplici turisti, che decidono di guardare solo un palazzo pieno di storia e di leggenda. Il comune ha deciso così di far pagare una tassa di ben 500 euro per chi non volesse lasciare in pace le anime – necessario era regolare l’ingresso dei ghostbusters che invadevano le mura e i sotterranei del castello -. Oggi gli appassionati di fantasmi e storie horror dovranno pagare una quota abbastanza ingente, chissà che qualche associazione (tra le note che invadono il castello) decida di non recarsi più a Soncino e proseguire le sue ricerche altrove. La storia di Soncino e le personalità collegate alla rocca, oggi anime che ancora la abitano e la custodiscono, sono interesse di una nicchia di persone attirate soprattutto dalla personalità di Ezzelino da Romano, unico uomo al mondo contro il quale venne organizzata una crociata. Nel 1259 Ezzelino si lasciò morire dopo essere stato gravemente ferito all’ultima battaglia persa, secondo la storia rifiutò i sacramenti e le medicine, si strappò le bende e si lasciò morire. Il suo spirito ancora vaga nella rocca di Soncino, dove furono girati vari raduni fantasy e medievali. Ad oggi Soncino sarà meta per pochi, tra coloro che vorranno fare delle ricerche sul mistico, che, o saranno allontanati oppure dovranno spendere ben 500 euro per la visita.

@Margherita Pusceddu