News

27 Gennaio 2020

Michele Bravi chiede il patteggiamento

Accusato di omicidio stradale ha chiesto di patteggiare un anno e mezzo di carcere. L'incidente, che risale al 22 novembre 2018, costato la vita ad una donna di 58 anni

Michele Bravi, giovane cantante di X- Factor era stato accusato di omicidio stradale ma ha chiesto di patteggiare un anno e mezzo di carcere. L’incidente è costato la vita a Rosanna Colia, 58 anni, la sera del 22 novembre 2018 in zona San Siro a Milano. Il cantante era alla guida di una car sharing, uscito dal parcheggio per immettersi nella circolazione nell’opposto senso di marcia, non aveva visto la donna che circolava con la sua moto e che si è schiantata contro la portiera della macchina a noleggio. Le sue ferite erano troppo gravi e per questo, nonostante sia stata trasportata d’urgenza in ospedale, non ce l’ha fatta. Ieri mattina la richiesta di patteggiamento di Bravi ma l’udienza per la decisione sarà il prossimo 11 marzo. I genitori della vittima, già risarciti dall’assicurazione non si sono costituiti parte civile, a farlo l’associazione familiari e vittime della strada presentatasi ieri, giovedì 23 gennaio, in gesto di protesta sulla proposta del difensore di Bravi, considerata irrisoria della legge sull’omicidio stradale. Il giovane X- Factor, è molto scosso dalla vicenda, a sottolinearlo anche il suo legale durante il giudizio, che ha riferito che anche i familiari della vittima – nonostante il lutto – non hanno alcuna remora nei suoi confronti, il giovane si è dimostrato vicino, mandando loro anche una lettera dove emerge la sua vicinanza nello sconforto per la tragedia successa.

@Margherita Pusceddu