News

26 Gennaio 2020

L'uovo alla Cracco: una rivoluzione culinaria

Da comparsa diventato un vero e proprio protagonista in cucina

“Lo sai perché mi piace cucinare?”
“No, perché?”
“Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte l’impasto si addensa: è un tale conforto!”
                                               

                                      Giulia Child

 

L'uovo da comparsa è diventato un vero e proprio protagonista in cucina. A seconda della stagione, dei gusti e delle occasioni il tuorlo d'uovo viene impanato e fritto, per poi abbinarsi elegantemente a una grandissima eterogeneità di ingredienti selezionati.

I segreti sono due. Il primo è che le uova devono essere assolutamente fresche, in tal modo da semplificare l'atto di distinguere il tuorlo dall'albume in modo peculiare. Il secondo invece è che va servito un solo uovo a testa. In questo modo il sapore verrà gradito maggiormente: risalta la croccantezza esterna e lo spazio per il contorno (carne o verdure che sia). Nonostante sia un piatto semplice, "l'uovo alla Cracco" necessita di circa nove ore di preparazione poichè bisogna congelare le uova impanate, prima di procedere con la friggitura.

LA RICETTA PER QUATTRO PERSONE

  • Quattro tuorli freschissimi
  • Pan grattato
  • Sale
  • Olio per friggere

Creare uno strato uniforme su un vassoio di pan grattato. Disegnare quattro solchi ove verranno posizionati i quattro tuorli. Disporre il vassoio in congelatore per almeno due ore. Una volta che i tuorli impanati sono ben congelati, li friggiamo nell'olio a 180 gradi per ottanta secondi, massimo un minuto ma non di più. La parte interna risulterà liquida, ma quella esterna e panata, sarà bella croccante e salata al punto giusto. Les jeux sont faits!

@MariazzurraLai