News

18 Dicembre 2019

Le 7 cose che ora non servono pił

Tante cose prima erano fondamentali ma il tempo passa e oramai non servono pił a nulla.

Il tempo passa e con questo l’età avanza, le abitudini cambiano e così gli usi e le novità. Ciò che prima era fondamentale, utile e necessario per stare al passo con la tecnologia, ora diviene scontato. Vediamo la classifica delle 7 cose che prima erano la novità e ora sono passate di moda e non solo, divenute meri oggetti di design senza alcuna utilità.

1. I laboratori di fotografia, quelli sempre aperti, anche la domenica, utili a stampare una fotografia all’ultimo minuto da regalare o necessaria a completare un album. Idea superata ora dalle fotocamere dello smartphone più immediate, anche molto efficienti e di qualità invidiabile.

2. Floppy per caricare i programmi. Il floppy disk oramai non serve a nulla, ciò è dovuto alla crescita dei computer. Sony, l’ultimo produttore al mondo di floppy disk ha cessato di produrli in via definitiva nel 2011.

3. I proiettori per le lezioni, che ci sembravano così innovativi al tempo nelle scuole. Ma ora ci sono le lavagne interattive. In qualche azienda o scuola ci saranno ancora, ma di sicuro l’azienda che li produceva ha smesso dal 2015.

4. I videoregistratori Vhs prima fondamentale nelle case, i bambini potevano così guardare le cassette dei cartoni animati. Un classico che rimane solo nei ricordi o nelle librerie dei collezionisti.

5. Gli annunci in cartaceo nei giornali. Pratica oramai superata da tempo e sostituita dalle piattaforme online di annunci dal lavoro all’usato ecc.

6. I lettori Mp3. Da scordare. Ora fa tutto lo smartphone indipendentemente. La musica si scarica da lì.

7. Ultimo e anche il più superato. Le cabine telefoniche. Prima in città, in ogni strada c’erano diverse cabine, indispensabili per una chiamata all’ultimo. Ora è tutto davvero superfluo. La cabina telefonica oramai fa sorridere e ricordare.

@Margherita Pusceddu