News

10 Dicembre 2019

Differenza di genere nel mondo del lavoro

Si riduce di poco il gap tra gli stipendi, perņ molte donne hanno il part time

La differenza salariale tra uomo e donna si riduce, ma purtroppo a ritmi troppo lenti. Gli uomini, in sostanza, continuano ad essere avvantaggiati nel mondo del lavoro e a guadagnare di più. Il gender gap in materia di stipendi è passato dall'8,8% del 2014 al 7,4% del 2017, ma nonostante ciò le donne sono ancora soggette in misura maggiore ai contratti part time (ben il 63%) rispetto agli uomini.

Ma non è finita qui. I maschi otterrebbero anche un maggiore vantaggio dai loro titoli di studio. Dall'ultimo report effettuato dall'Istat sui differenziali retributivi del 2017, è emerso che le donne laureate hanno una retribuzione oraria inferiore di oltre 3 euro rispetto ai loro colleghi maschi laureati.

Ma le donne non solo le sole ad essere discriminate nel mondo del lavoro. A far loro compagnia ci sono anche gli stranieri e i nati nelle regioni del Mezzogiorno. Infatti, notevole è la differenza tra le retribuzioni orarie dei lavoratori del nord e del sud Italia e tra le retribuzioni dei nati nella penisola e dei nati all’estero.

@Alba Marini