News

28 Novembre 2019

Peter Pane. In Sardegna nell'isola che c'

La campagna promozionale per la consapevolezza dell'importanza del "Pane fresco" in Sardegna

La maggior parte dei Paesi ha un pane tradizionale, anche se con ricette diverse.
Nel nuorese e possiamo definirla una eccezionalità, il primato dei panifici distribuiti per le strade lo ha Fonni, che vanta ben sedici panetterie.
I numeri dell'ultimo periodo fanno emergere dei dati sconcertanti, poichè anche se nella Provincia di Nuoro, Ogliastra compresa, si registrano novantasei panifici che ogni giorno producono pane fresco, di cui centodue fanno tipologie di pane caratteristico, offrendo lavoro a ottocento risorse, si evidenzia una crisi profonda che ogni giorno porta alla chiusura e alla perdita di numerose attività.

Le cause? Abusivismo dei privati e la concorrenza sleale della grande distribuzione. Tantissime persone, fanno il pane in casa, anche quello tradizionale e lo distribuiscono in vendita senza però pagare le tasse e la grande distribuzione designa in linea concorrenziale, il prodotto finito a costi inferiori e con una qualità non certo come il pane fresco. Questa triste realtà dei fatti diventa un problema per molti paesi, i quali non avendo più la possibilità di reggere i costi di un forno, non producono più il pane fresco.
Da qualche settimana, Giampietro Secchi, panettiere e presidente regionale dei panificatori Confcommercio, insieme alla figlia Antonella (titolare di un panificio ove talvolta vengono tenuti incontri letterari) e altri collaboratori, hanno mosso un'iniziativa, un progetto figlio della prima legge regionale sulla panificazione e finanziato dalla  Regione.

Di cosa si tratta? Si riparte dalle scuole per spiegare ai giovani e alle famiglie, la differenza fra la bellezza e la bontà del pane fresco, prodotto con pochi ingredienti e cotto in giornata rispetto a quello precotto che viene venduto dalla grande distribuzione e che congelato può durare anche un anno. La campagna promozionale per la consapevolezza dell'importanza del "Pane fresco" è supportata anche da un fumetto, finanziato sempre dalla Regione, denominato "Peter Pane. In Sardegna nell'isola che c'è", distribuito dallo stesso imprenditore e da sua figlia.
Gli incontri nelle scuole ed i paesi coinvolti sono Biscollai, Nuoro, Orgosolo, Oliena, Macomer, Villagrande Strisaili, Lanusei, Oristano, Sassari, Iglesias, Masullas, San Gavino, Santa Giusta, Sant'Antioco. 


I due odori più buoni e più Santi son quelli del pane caldo e della terra bagnata dalla pioggia. (Ardengo Soffici)

 

 @Mariazzurra Lai