News

25 Novembre 2019

Contro la Violenza sulle donne

Il 25 Novembre la giornata contro la violenza sulle donne istituita il 17 dicembre del 1999

Il 25 novembre ricorre la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, ricorrenza istituita il 17 dicembre 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, tramite la risoluzione numero 54/134.

Il 25 Novembre è la ricorrenza in cui si celebrano tutte le inziative a sostegno delle donne, le donne vittime di violenze fisiche e verbali, molestie, stalking e aggressioni tra le mura domestiche. Spesso chi uccide, violenta e abusa di una donna è l' uomo più vicino a lei.  

Il 25 novembre non è una data casuale: quel giorno infatti, correva l’anno 1960, furono uccise le sorelle Mirabal, attiviste politiche della Repubblica Dominicana.

L’Istat – in collaborazione con il Dipartimento per le pari opportunità e le Regioni – ha condotto la prima indagine sui 281 centri anti-violenza in Italia, diffusa a fine ottobre, secondo la quale nel 2017 si sono rivolte ai centri anti-violenza 43.467 donne (15,5 ogni 10 mila). Il 67,2% ha iniziato un percorso di uscita dalla violenza (10,7 ogni 10 mila). Tra quelle che hanno iniziato questo percorso, il 63,7% ha figli, minorenni nel 72,8% dei casi.

L’analisi Istat mette in luce un elemento su tutti: l’insufficienza dell’offerta dei centri anti-violenza. La legge di ratifica della Convenzione di Istanbul del 2013, infatti, individua come obiettivo quello di avere un centro anti-violenza ogni 10 mila abitanti. Al 31 dicembre 2017 sono attivi in Italia 281 centri anti-violenza, pari a 0,05 centri per 10 mila abitanti.

Entrando nel dettaglio dei dati, l’indagine rileva che ogni centro anti-violenza ha accolto in media 172 donne e lavora con un numero medio di 115 donne che hanno iniziato un percorso di uscita dalla violenza. La variabilità territoriale è elevatissima: 22,5 per 10 mila le donne accolte dai centri del Nord-est, 18,8 per 10 mila nel Centro. Anche sulle donne che hanno iniziato un percorso di uscita dalla violenza, il Nord-est presenta tassi più elevati: 16,6 contro 10,7 per 10 mila donne della media nazionale.

 

Le donne straniere costituiscono il 27% delle utenti prese in carico dai centri. Quelle che hanno figli minori sono il 46,4%; percentuali più elevate si registrano nelle Isole (54,8%) e nel Centro (51,3%) e, a livello regionale, in Campania (66%) e Sardegna (60%).

@Redazione Sintony News