News

3 Novembre 2019

Atalanta-Cagliari

Per molti sarÓ una sfida aperta e all'insegna dello spettacolo.

“Vogliamo continuare a rompere le scatole, abbiamo dei sogni ma dobbiamo restare ancorati alla realtà”, queste le parole di Maran al Corriere della Sera dopo la bella vittoria nell'infrasettimanale contro il Bologna. Il Cagliari è quinto in classifica, con 18 punti in dieci partite, ed è in serie positiva da otto turni. Si vola, praticamente, ma cercando di mantenere i piedi per terra. Questo il leitmotiv del momento, questo lo spirito col quale la squadra dovrà scendere in campo fra qualche ora (si gioca alle 12:30) in casa dell'Atalanta.

Non certo un avversario agevole, perché la Dea è ormai una delle più belle realtà del calcio italiano, una squadra che gioca a memoria e segna tantissimo (sette giorni fa il 7-1 all'Udinese). Eppure, in campo si scende sullo 0-0 e se anche le statistiche sono dalla parte dei nerazzurri (15 vittorie contro le 5 dei sardi, considerando le sole gare giocate a Bergamo), i colpacci rossoblù negli ultimi due campionati fanno ben sperare. Le premesse sono delle migliori e il Cagliari ha la fortuna di arrivare all'appuntamento senza l'assillo di dover fare punti per forza, anche se i tifosi ormai si aspettano tanto dalla propria squadra.

Per quanto riguarda i probabili schieramenti, tra le fila rossoblù mancheranno i soliti Cragno e Pavoletti, ma anche Ceppitelli, ancora alle prese con la fascite plantare, Birsa, out per un fastidio al polpaccio, e lo squalificato Luca Pellegrini. Davanti a Olsen, dunque, potrebbe toccare al ristabilito Cacciatore sulla destra e a Lykogiannis sulla corsia mancina, con Pisacane e Klavan centrali; mentre in mediana resta il dubbio sull'impiego di un affaticato Nandez, che potrebbe essere rilevato da Ionita, col resto della mediana che dovrebbe essere composta da Cigarini e Rog. Davanti solo certezze: Nainggolan alle spalle di Joao Pedro e Simeone, che hanno il piede caldo dopo i gol segnati al Bologna e puntano a fare male anche alla difesa nerazzurra.

Nell'Atalanta, Gasperini dovrà fare a meno del solo Zapata, ma ha un Muriel in gran forma, che agirà da riferimento centrale con Gomez e Ilicic a supporto. Qualche dubbio in realtà sul'impiego dall'inizio del Papu, che potrebbe rifiatare anche in vista dell'impegno di Champions contro il Manchester City. In quel caso, al suo posto giocherebbe l'ucraino Malinovskiy.

Arbitra il match il signor Rosario Abisso di Palermo; per molti sarà una sfida aperta e all'insegna dello spettacolo. Ce lo auguriamo anche noi, e ci auguriamo che possa continuare questo sogno meraviglioso.