News

24 Settembre 2019

Strade pił sicure per i ciclisti

Progettato in Svezia l'airbag per ciclisti pił sicuro al mondo.

Strade più sicure ma non per tutte le categorie di utenti della strada. A confermarlo é l’interessante Rapporto sulla sicurezza stradale del presidente e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, ritiene utile commentare e portare all’attenzione nell’attività di costante impegno a tutela di chi percorre le strade ed in particolare le categorie più esposte.

E dalle statistiche é emerso che pedoni e ciclisti costituiscono un terzo delle vittime di incidenti con conseguenze mortali. Il rischio più sottovalutato secondo lo studio sarebbe quello degli incidenti ciclistici senza il coinvolgimento di terzi, per lo più cadute. Incroci e piste ciclabili costituiscono i maggiori pericoli per i velocipedisti. L’errore più frequente di questi è l’uso improprio delle strade, come la circolazione contromano nelle vie a senso unico o sulle piste ciclabili. La gravità degli incidenti è maggiore soprattutto al di fuori dei centri abitati. Peraltro, le lesioni al capo di un ciclista in seguito a una collisione con un’auto sono dovute molto più spesso all’impatto col suolo che all’urto con il veicolo.

Per tutte queste motivazioni e dopo quattro anni di ricerca e sviluppo, arriva l'airbag per ciclisti più sicuro al mondo;  sembra che il nuovo modello, Hovding, progettato in Svezia, sia più facile da utilizzare rispetto alle versioni precedenti. La dimensione può essere regolata, è dotato di una tecnologia avanzata e di Bluetooth, per contattare i parenti più prossimi in caso di incidente. Sicuramente i ciclisti capiranno l'importanza di questa innovazione che consentira le loro pedalate molto più sicure.