News

21 Settembre 2019

Doppio cognome: la proposta di Fabiana Dadone

"Stiamo parlando di una questione di civiltÓ aperta da un quarantennio, che richiama un sacrosanto principio di non discriminazione tra i genitori"

In Spagna è sempre stato presente, in Italia ancora siamo parecchio indietro. Torna a fare capolino una possibile legge sul doppio cognome. Rispetto agli altri paesi dell’Unione Europea, l’Italia è rimasta molto indietro, al punto tale che anche la Corte Costituzionale ha bacchettato la diseguaglianza fra genitori.

Il nuovo ministro alla p.a., Fabiana Dadone, del movimento 5 stelle, cerca di dare una svolta a questa problematica: "Stiamo parlando di una questione di civiltà aperta da un quarantennio, che richiama un sacrosanto principio di non discriminazione tra i genitori". Queste le parole della ministra rilasciate al Messaggero.

In realtà da qualche anno, più precisamente dal 2018, anche in Italia è possibile dare il doppio cognome ai propri figli. Tuttavia, adesso il cognome della madre può solo essere affiancato a quello del padre.

Attraverso questa nuova regolamentazione, sarebbe possibile, attraverso una decisione consensuale, scegliere quale cognome porre per primo. In mancanza di accordo, sarebbe adottato l’ordine alfabetico. Inoltre, l’ordine dei cognomi scelto per il primogenito varrebbe anche per il resto della prole.