News

13 Settembre 2019

Torna il Festival Tuttestorie

In programma dal 10 al 15 ottobre. Il tema principale sarÓ la Terra.

Stamani all’Exma’ a Cagliari è stata presentata la 14° edizione del Festival “Tuttestorie” di Letteratura per ragazzi, in programma dal 10 al 15 ottobre, ideato dalla Libreria per ragazzi Tuttestorie e progettato in collaborazione con lo scrittore Bruno Tognolini. Il Festival si rivolge ad un pubblico di bambini e ragazzi da 0 a 16 anni, con uno spazio di approfondimento e formazione dedicato al pubblico adulto. Nel piazzale dedicato alla presentazione rivolto in prima battuta ai giovani, le terre di diversi paesi d’Italia e del mondo, ogni pezzo eiportava la scritta del paese dalla Cina all’Etiopia. La terra, ognuna del suo colore, porta così le sue tradizioni nell’isola sarda. Un tema che si plasma sull’impronta dell’ambiente e della eco sostenibilità. Il programma prevede circa 350 appuntamenti con più di 80 ospiti italiani e stranieri fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati e giornalisti che si confronteranno con i ragazzi presenti negli incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, mostre ed eventi speciali. 

«Alla fine del Festival si mescoleranno le terre del mondo qui con quella sarda e poi con una danza tribale - sempre al finale -  si saluterà la terra per chiudere la prima giornata del 10 ottobre» spiega una delle organizzatrici e libraia, Manuela Fiori. Si parte dai bambini, tra tutti gli esseri umani i più vicini alla terra «tutti i ragazzi parteciperanno e si parte proprio da loro per omaggiare una terra che stiamo distruggendo con le nostre stesse mani» ha specificato la Fiori. 

Tantissimi saranno anche gli ospiti internazionali, da Anne Herbauts, autrice totale tra le più talentuose e vincitrice del Prix Baobab al salone del libro e della letteratura per l’infanzia di Montreuil e Huck Scarry disegnatore e figlio del popolare illustratore statunitense Richard Scarry. L’evento ospiterà i presenti, oltre all’Exma’ in due spazi nuovi, tra cui quelli di Sa Manifattura. Dal capoluogo si parte e poi per tutta la Sardegna il Festival verrà seguito nei diversi comuni che parteciperanno.  Diversi i volontari che hanno partecipato attivamente all’evento, sono le “magliette colorate”, quelle dei giovani ragazzi studenti universitari che hanno contribuito alla realizzazione della kermesse anche per questo anno. «Saranno circa 60 i volontari liberi e circa 180 vengono dall’alternanza scuola lavoro» ha sottolineato una delle volontarie intervenuta alla presentazione.

 

15 mila gli studenti che si aspettano e all’Exma’ ne arriveranno circa 7 mila da tutta la Sardegna, che si confronteranno con tutti gli autori di libri contemporanei per ragazzi vincitori dei premi della letteratura per ragazzi. Tantissimi gli appuntamenti dedicati anche alla sostenibilità e al cinema, tra le partnership del Festival, la sardegna Film Commission. «La sfida è ridisegnare il racconto sulla sfera climatica, racconteremo varie storie accompagnati dagli artisti dell’animazione - ha detto, Nevina Satta, direttrice della fondazione Sardegna film Commission - il livello simbolico della terra è stato accolto a pieno, molti autori del mondo audiovisivo. Gli stessi incontreranno diverse comunità sarde per rilanciare nuovi prodotti così da intensificare le piattaforme di lancio verso il futuro».

Poi l’installazione “Lupo di Terra”, qui con l’uso della tecnologia si creeranno degli ambienti magici e misteriosi per spingere i bambini nella direzione dell’ascolto del silenzio e dell’azione. Sarà qui che si fermeranno a sentire profumi e suoni che stimoleranno loro i sensi, tra gli ambienti onirici e paesaggi fatati a cui si accederà attraverso una “porta magica”. 

@Margherita Pusceddu