News

7 Agosto 2019

La cover con i tasti analogici per lo smartphone

Non servirà più il touchscreen, c'è una nuova cover che ci fa usare lo smartphone tramite pulsanti meccanici e rotelle

Sempre più pieni di tecnologia, gli smartphone di ultima generazione sono meno dotati di componenti meccaniche e pulsanti, costringendo l’utente a eseguire le normali attività interagendo con il dispositivo attraverso alcune gestures eseguite sul touchscreen o addirittura, tramite comandi vocali. È il caso della rimozione del tasto Home dagli iPhone e dall’introduzione di Siri e del Face ID, dei prossimi Fitbit con l’assistente vocale Alexa o degli speaker Echo di Amazon.

Ma per i nostalgici degli aggeggi meccanici e delle apparecchiature elettroniche meno recenti, c’è un progetto nato da una collaborazione tra Snap – la società madre di Snapchat – e Columbia University che permetterà di usare gli smartphone in analogico, limitando i tocchi sul display. Si chiama Vidgets ed è un prototipo di cover per smartphone dotata di 8 slot disposti sulla parte posteriore, necessari per consentire l’alloggiamento di tasti fisici e rotelle, che permetteranno di trasformare le azioni analogiche in comandi digitali.

L’accessorio è composto esclusivamente da parti meccaniche ed essendo privo di componenti elettroniche, non richiede alcuna connessione allo smartphone tramite adattatori o bluetooth.
 

Come funziona?

Grazie a un particolare algoritmo studiato appositamente per soddisfare la finalità di questo accessorio e implementato nell’app dedicata, le interazioni eseguite sopra i pulsanti e le rotelle installate sulla cover – riposizionabili a seconda delle attività da svolgere – corrisponderanno a determinate attività.

Infatti, durante il normale utilizzo di uno smartphone, i vari tocchi che effettuiamo sul display generano movimenti e delle vibrazioni differenti, pertanto il software capterà ogni spostamento – tramite l’accelerometro – e lo trasformerà in un’azione.

«Il progetto è nato dalla volontà di restituire agli utenti il feedback tattile di quando si tocca realmente lo schermo del telefono, evitando loro di occupare il display con le dita come solitamente accade quando usiamo un touchscreen.» afferma Shree Nayar – direttore del laboratorio Snap Research di New York – a CNN Business parlando del progetto.

Il prototipo di Vidgets è stato presentato nei giorni scorsi al Siggraf 2019 ma non sappiamo se l’accessorio vedrà mai spazio nel mercato o se rimarrà un’idea sviluppata per pura curiosità del team di ricerca.