News

1 Agosto 2019

Rammstein. Bacio gay al concerto di Mosca

Così la band metal tedesca ha lanciato una frecciatina al governo russo.

Bacio gay durante il concerto dei Rammstein lunedì sera allo stadio Lužniki di Mosca, in Russia, teatro dell’ultima finale Mondiale.
Paul Landers e Richard Kruspe, i chitarristi del gruppo metal tedesco, si sono scambiati un bacio durante l'esecuzione di "Auslander", uno dei brani contenuti all'interno del nuovo album della band, dal titolo eponimo, uscito lo scorso maggio.

Una provocazione che ha rappresentato una protesta nei confronti della propaganfda contro la comunità LGBT messa in atto già da diverso tempo dal governo russo, anche se non è la prima volta in questo tour che i due si baciano sul palco.
Sono stati gli stessi Rammstein a pubblicare poi la foto del bacio, sui social: "Russia, we love you", hanno scritto nel post ovviamente in cirillico!

Россия, мы любим тебя!

Nei giorni scorsi in occasione del concerto allo Stadion Śląski di Chorzów, in Polonia, un Paese che ha avuto non pochi problemi per quanto riguarda intolleranza e omofobia negli ultimi anni, il frontman Till Lindemann e compagni hanno sventolato dal palco e sui canotti con cui si sono lanciati tra la folla le bandiere arcobaleno. Un omaggio alla locale comunità LGBTQ, più volte presa di mira dagli attacchi dei nazionalisti, che ha fatto il giro del mondo.

Questo è il metallo che ci piace!