News

26 Luglio 2019

La pasta del futuro? SarÓ a base di insetti

Anche le alghe faranno parte dei condimenti di domani

Una vera e propria pugnalata al cuore per tutti gli italiani più tradizionalisti: il futuro ha in serbo novità importanti. Il segretario dei pastai di Unione Italiana Food, Luigi Cristiano Laurenza, ha affermato che fra i suoi futuri ingredienti sono in previsione la farina di insetti e alghe. La "pasta del futuro" potrebbe rinnovare completamente il nostro patrimonio culinario

Beninteso, lo spaghetto al pomodoro non sparirà dalle nostre tavole, ma verrà affiancato da piatti considerati più semplici e ecosostenibili, il tutto con degli ingredienti innovativi. Ricordiamo infatti che il nostro paese vanta 3,3 milioni di tonnellate di produzione. Una minaccia è rappresentata dall'industria turca che in 5 anni è riuscita a crescere del 77%.

"Noi puntiamo tutto sulla qualità. Qualità significa attenzione alla ricerca delle migliori materie prime provenienti da tutto il mondo ma anche qualità di processo. Dobbiamo puntare per forza su questo perchè ovviamente sulla quantità e sul prezzo i turchi saranno più aggressivi" "Abbiamo stimato che in Italia si ha una eccedenza del 33%, praticamente utilizziamo le macchine al 67%, per cui il problema vero è mettere sul mercato una pasta e farla capire prima ai buyer e poi al consumatore, facendo cogliere la differenza qualitativa tra la pasta italiana e quella non italiana, questa è la sfida del domani su cui siamo fortemente impegnati” le parole del segretario dei pastai.