News

20 Luglio 2019

MAR. Il primo museo minerario a cielo aperto

Sardegna. Nell’ex borgo minerario dell’Argentiera (Sassari), dall’incontro tra tradizione e innovazione, è stato sviluppato un percorso artistico ined

Nasce il MAR - Miniera Argentiera, il primo museo minerario a cielo aperto in realtà aumentata, sostenuto dal Comune di Sassari in collaborazione con LandWorks e con il contributo del Parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna, del bando “culturability” promosso da Fondazione Unipolis, della Fondazione di Sardegna e realizzato dai partner di “LandWorks Plus (LW+)” e Bepart.

Il sito è uno dei maggiori esempi di archeologia mineraria della Sardegna, riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità.

Dall’incontro tra tradizione e innovazione è stato sviluppato un percorso emozionale e un allestimento pensato per crescere nel tempo e capace di coniugare conoscenza, cultura e divertimento.

Lungo un itinerario che si snoda attraverso ruderi e case alla scoperta dell’Argentiera, le prime quattro installazioni artistiche di grandi dimensioni, arricchiscono il paesaggio circostante con illustrazioni animate grazie alla realtà aumentata, offrendo un nuovo modello di turismo interattivo.

Per la realizzazione delle opere sono stati coinvolti, attraverso una call nazionale, quattro artisti e professionisti della creatività digitale con background e competenze differenti: Francesco Clerici, Adolfo Di Molfetta, Milena Tipaldo e Andrea Zucchetti.

Come visitarlo? Per scoprire il MAR – Miniera Argentiera basta uno smartphone o un tablet, al fine di consultare la mappa delle quattro installazioni posizionate lungo l’Argentiera e poi inquadrare con il proprio smartphone su ciascun edificio il poster con l’app Bepart per vederlo animarsi e dare vita all’opera digitale.

Tutto pronto quindi, anche per i tre giorni di inaugurazione; sabato 27, domenica 28 e lunedì 29; se volete andarci preparati trovate la mappa completa sul sito www.argentierasassari.it