News

20 Luglio 2019

Area 51. Il virale sui social che fa paura

L’australiano Jackson Barnes, con un post su Facebook, ha proposto un ritrovo di massa per il 20 settembre nel deserto del Nevada, per svelare i miste

Un evento creato su Facebook è diventato virale in tutto il mondo, stupendo anche lo stesso Jackson Barnes, ragazzo australiano, che forse credendoci davvero o forse per scherzo, ha invitato quante più persone possibili ad invadere l’Area 51, nel deserto del Nevada, per portare così a galla i tanto chiacchierati segreti che la base americana custodirebbe.
L’evento ha avuto un’inaspettata diffusione e ha raggiunto l’incredibile quota di 1,6 milioni di adesioni. Che siano tutte reali o soli virtuali, non è dato sapersi, - anche se albergatori della zona hanno già ricevuto prenotazioni - ma in base a quanto stabilito, il 20 settembre prossimo un esercito di persone dovrebbe ritrovarsi per eseguire il bizzarro piano.

Burnes, una volta constatato il clamore suscitato in tutto il mondo, ha cercato di porre rimedio:
“Buongiorno governo degli Stati Uniti! Questo è uno scherzo e non intendo portare avanti il piano. Ho solo pensato che sarebbe stato divertente e che avrei ricevuto molti like. Non sono io il responsabile se poi le persone decideranno davvero di occupare l’Area 51”
ha scritto sui social.
Ma in realtà, il curioso piano pare essere stato organizzato nei dettagli. Non solo è stato creato un sito internet , la cui home page promette all’utente che lo visualizza di rimanere all’erta perchè “Qualcosa di grande sta per succedere...”. Ma lo stesso Burnes, che ha posto una sola regola da rispettare per il suo fantomatico raduno, cioè quella di introdursi nell’Area 51 correndo tutti con le braccia all’indietro come Naruto, eroe di un manga giapponese, ha pubblicato un post con un vero e proprio piano di attuazione.

L’eco che ha assunto questa iniziativa è arrivata anche agli alti piani del governo americano. Il Washington Post, una delle numerose testate internazionali che hanno dato risalto all’evento, ha chiesto direttamente all'US Force come sarà gestita questa eventuale ‘invasione’. La portavoce dell'Air Force americana, Laura McAndrews, in una nota ha dichiarato l’assoluta fermezza del Paese. “L’ Area 51 è un campo di allenamento per l'aviazione americana, e scoraggeremo chiunque provi ad entrare nel perimetro nel quale addestriamo le forze armate americane. L'US Air Force è sempre pronta a proteggere l'America e le sue risorse”.

Obiettivo dichiarato di Burnes e dei suoi seguaci, come si legge su Facebook, quello di andare a scovare i segreti sugli alieni che sarebbero custoditi nella base americana. Stando a racconti più o meno attendibili, la base militare statunitense sita nel deserto del Nevada conserverebbe il passaggio degli alieni sul pianeta Terra. Nonostante nel corso degli anni siano emersi video di ogni genere, testimonianze di ex dipendenti dell'Area 51 e vari film e romanzi dedicati all'argomento, la verità non è mai stata resa pubblica. 

Vedremo come andrà a finire...