News

5 Luglio 2019

Elvis. Chi sarà il protagonista del biopic?

Baz Luhraman, il regista di "Moulin Rouge" è al lavoro sul film dedicato a 'The King'. In lizza per il ruolo Ansel Elgort, Miles Teller e Harry Styles

A Hollywood le mode passano in fretta.
Così, dopo i maghi, i vampiri e le catastrofi, è arrivato il momento dei biopic, sempre più richiesti dalle major e dal successo assicurato al botteghino. 

Mentre si parla di un film sulla vita di Boy George con protagonista Sophie Turner, a essere già al lavoro è Baz Luhrmann, che dirigerà una pellicola interamente dedicata a Elvis Presley, 'The King' come lo chiamavano i fan.

In lizza per interpretarlo sarebbero rimasti in tre: Ansel Elgort, noto al grande pubblico per aver preso parte a Colpa delle Stelle e a Baby DriverMiles Teller, protagonista di Whisplash e della serie Too old to die young di Nicolas Widing Refn su Amazon Prime Video, e Harry Stylesex cantante dei One Direction e ormai lanciatissimo nell’olimpo degli attori emergenti.
 


Tre profili molto diversi e che potrebbero dare a Elvis un’impronta personale, più vicino all’anima che alla fisiognomica.
Fra i tre, a cui si aggiungerebbero anche Aaron Taylor-Johnson (Avengers: Age of Ultron) e Austin Bustler (C’era una volta a… Hollywood), il più curioso è sicuramente Styles che, sulla falsa riga di Taron Egerton in Rocketman, potrebbe rinunciare a qualsiasi playback ed eseguire i successi di Elvis dal vivo, con la sua voce.
Sforzo che, magari, potrebbe risultare più difficile per i colleghi, ma non certo impossibile (vedi Ewan McGregor in Moulin Rouge e lo stesso Egerton, alla sua prima esperienza come cantante proprio grazie al biopic su Elton John).

Il prescelto affiancherà un grande nome già scritturato da Luhrmann per il film: si tratta di Tom Hanks, chiamato a interpretare il Colonnello Tom Parker, lo storico manager di Elvis Presley che controllava ogni dettaglio sulla sua vita.

Insomma, le premesse per un biopic coi fiocchi ci sono tutte.
Non resta che attendere la decisione del protagonista, che sarà l’ago della bilancia non solo per la resa finale, ma anche per il richiamo del pubblico al momento dell’uscita in sala.


Silvia Carboni