News

28 Giugno 2019

Autovelox e multe contestate

NovitÓ per gli autovelox fissi

Diversi sono i problemi relativi alle contestazioni di multe salate prese a causa dei rilevatori di velocità in diverse città Italiane. Contestazioni, che la maggior parte delle volte non vanno a buon fine e ci si ritrova a dover pagare tanti, troppi soldi. Ma c’è una novità, per gli autovelox fissi la Cassazione si pronuncia: «È impugnabile la multa senza fermo in strade non a scorrimento». Il precedente è avvenuto a Firenze e con molta probabilità aprirà la fila per i ricorsi da parte dei cittadini di diversi comuni.

 

 

I giudici hanno stabilito che i rilevatori di velocità cittadini potranno essere installati solo su strade che presentano diverse caratteristiche. Secondo la sentenza della Corte di Cassazione del 20 giugno 2019 emessa per il comune di Firenze, gli autovelox nei centri urbani sono consentiti solo con postazione mobile e alla presenza di agenti di polizia. Le postazioni fisse e automatiche sono invece legittime solo su strade urbane a scorrimento (quindi le carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico con almeno due corsie di marcia) e previa autorizzazione del Prefetto. Vediamo cosa succederà nel resto d’Italia.

 

 

@Margherita Pusceddu