News

Società e costume
21 Giugno 2019

Il cane in ufficio? Oggi si può!

21 Giugno 2019. La Giornata Mondiale del Cane in Ufficio. Ecco tutte le dritte per portare il nostro amico a 4 zampe sempre con noi, anche a lavoro!

Un compagno fedele da avere sempre con sé anche durante le ore lavorative.
Il 21 giugno si celebra la Giornata Mondiale del Cane in Ufficio.

È ormai confermato da molti studi internazionali che lavorare con il nostro amico a 4 zampe sia un efficace antidoto contro stress, nervosismo e tensioni.
Da diversi sondaggi è emerso inoltre che i lavoratori siano entusiasti di avere questa possibilità e ritengono che possa migliorare anche la performance lavorativa e la produttività, rendendo così l’atmosfera in ufficio più rilassata e allegra.
 

Negli Stati Uniti la possibilità di portare gli animali a lavoro è diffusa da tempo; per un’azienda su cinque è prassi consolidata quella di consentire la presenza dei cani in ufficio; lo fanno i grandi big del tech come Google e Amazon ma anche aziende minori.
Mentre in Italia - dove ci sono ben 7 milioni di cani - secondo il Rapporto Assalco-Zoomark 2019 per il sondaggio “Insieme è meglio, anche in ufficio” condotto da Purina, il 34,5% degli intervistati ha dichiarato di andare al lavoro con il proprio amico a quattro zampe ammettendo di lavorare meglio e con maggiore serenità quando il proprio pet non rimane a casa da solo.

Marco Maggi, coordinatore dei servizi veterinari di Ca’ Zampa, afferma:

In Italia non esiste una normativa che regolamenti la presenza del proprio animale da compagnia sul posto di lavoro.Tuttavia, sono vigenti due disposizioni di legge riguardanti la permanenza degli animali nei luoghi chiusi" 
E le conosciamo bene; museruola, guinzaglio non più lungo di un metro e mezzo e controlli sanitari.

Mentre per quanto riguarda i requisiti comportamentali da osservare in ufficio? Semplicemente il buon senso del galateo canino; educato nel non abbaiare e agitarsi in caso di rumori esterni e che sia socievole con le altre persone; facendo sempre attenzione a pulizia e muta.

Ovviamente cambieranno anche le vostre abitudini miei cari.
La vostra classica 'pausa caffè' diventerà magicamente una bella - e forse non troppo rilassante - 'passeggiata pipì'!

 

Silvia Carboni