News

Spettacolo
18 Giugno 2019

Diabolik. In arrivo il film dei Manetti Bros

Le prime voci di corridoio sulla pellicola del celebre personaggio creato da Luciana e Angela Giussani

La notizia è arrivata lo scorso dicembre e ha posto fine ad un’odissea produttiva durata quasi trent’anni.
Manetti Bros, ultimi paladini del cinema di genere italiano, hanno raggiunto un accordo storico con la casa editrice Astorina, in collaborazione con Rai Cinema, per riportare finalmente sul grande schermo il personaggio di Diabolik ad oltre cinquant’anni di distanza dall’omonima pellicola firmata nel 1968 da Mario Bava, oggi oggetto di culto per i cinefili di mezzo mondo.

I tentativi di riportare in azione Diabolik in un medium diverso da quello della carta stampata sono stati numerosi nel corso degli anni e tutti fallimentari: da serie di punta su Rai 2 a film di Christophe Gans; per non parlare della svolta definitiva che sembrò arrivare nel 2012 con l’annuncio da parte di Sky Atlantic della realizzazione di una nuova serie tv.

Fortuna però che sono arrivati loro, Marco e Antonio Manetti a prendere in mano le redini dell’antieroe più affascinante del fumetto italiano, creato nel 1962 dalle sorelle Angela e Luciana Giussani.

Tutto è iniziato nella primavera del 2018, quando i Manetti - accompagnati dallo sceneggiatore Michelangelo Della Neve - hanno incontrato Mario Gomboli - manager di Astorina e autore di Diabolik da oltre quarant’anni - per sviluppare insieme a lui non “un” film, ma “il” film definitivo sul personaggio, prendendo spunto da una storia già pubblicata in passato, rimaneggiandola ed adattandola alle esigenze cinematografiche.

La parte più interessante per gli appassionati del fumetto è proprio questa, perché a quanto pare, il film “oscuramente romantico”, non solo sarà ambientato negli anni sessanta, ma sarà basato addirittura sull’indimenticabile numero tre della serie a fumetti, dal titolo L’arresto di Diabolik, che mostra il primo incontro tra il Re del terrore ed Eva Kant, la sua storica compagna e complice.

Il cast del film non è ancora stato annunciato dalla produzione, ma rumor attendibili indicano che per i tre ruoli principali dovrebbero esser stati scelti tre degli attori più in voga del panorama italiano attuale: Luca Marinelli come Diabolik, accompagnato nelle sue imprese da Miriam Leone nel ruolo della bellissima e letale Eva e Valerio Mastandrea nei panni dell'ispettore Ginko, sempre pronto a porre fine alle loro avventure.

Sappiamo anche che il film sarà girato in Italia a partire dalla seconda metà del 2019 e tra le prime location confermate spicca la città di Trieste, che nella finzione cinematografica sarà trasformata in Ghenf - capitale di Clerville, l’immaginario stato europeo in cui hanno luogo le avventure di Diabolik - e dovrebbe ospitare le riprese di alcune tra le sequenze più spettacolari del film, compreso l’inseguimento finale, mentre buona parte della pellicola sarà girata a Milano, “città natale” di Diabolik e sede storica di Astorina.

Una produzione tutta italiana per una lunga tradizione tutta italiana: Diabolik sarà il primo vero tentativo in tanti anni, da parte del cinema nostrano, di valorizzare nel mondo una delle proprietà intellettuali più note e riconoscibili della nostra tradizione fumettistica.

La posta in gioco è ovviamente molto alta sia per i Manetti che per Rai Cinema, che con questa produzione dimostra di voler puntare al mercato internazionale; ma soprattutto è altissimo l'hype che ci accompagnerà fino all'uscita nelle sale prevista per il 2020.

 

Silvia Carboni