News

Spettacolo
14 Giugno 2019

Joker. Un film sulla sfiducia nell'umanità

Secondo Brian Tyree Henry, il protagonista avrà molto da raccontare del suo background

Joker sarà un film che ruoterà interamente intorno all’iconico villain, e sarà una storia originale, mai apparsa sul grande schermo. 

L’esplorazione su Arthur Fleck - Joaquin Phoenix nei panni del protagonista - un uomo ignorato dalla società, non sarà soltanto uno studio crudo del personaggio ma una storia più ampia che si prefigge di lasciare un insegnamento, un monito.

 

Tyree Henry, il cui ruolo nel lungometraggio è ancora ignoto, ha rilasciato un’intervista al Observer in cui ha descritto il personaggio ed il progetto in modo molto più dettagliato:

“Penso che si tratterà di qualcosa di diverso perché si addentra davvero tanto nelle origini del personaggio.
I villain non nascono mai tali, vengono resi tali. Accade qualcosa nelle loro esistenze tanto che la loro fiducia nell’umanità viene a mancare. Vedono i difetti dell’umanità e del genere umano e sentono la necessità di correggerli.
Quello che avviene in Joker è che all’inizio vedrete come lui sia realmente una persona felice. Sta davvero cercando di trovare questa fiducia, finché non viene fatto a pezzi, tanto da arrendersi e “cambiare pelle”.
Poi c’è una profonda connessione fra questo ragazzo e sua madre. Ed è un’altra questione che verrà esplorata. In una fase della sua vita è stato capace di amare.
Ma, alla fine della fiera, credo che tutto sia basato sul come sia diventato Joker e come non sia stato tale fin dal principio.”

Una dichiarazione che non fa altro che alimentare la curiosità di chi già attende con trepidazione questa pellicola diretta da Todd Phillips, sceneggiata con Scott Silver e basata sui personaggi della DC; il tutto firmato Warner Bros. Pictures e che uscirà nelle sale italiane il 3 ottobre 2019.

 

Silvia Carboni