News

Internet e tecnologia
5 Giugno 2019

L’app che aiuta i bimbi autistici

È stata creata in Cina, grazie all’intelligenza artificiale i piccoli riusciranno a controllare le loro emozioni

È un semplice videogioco ma le sue potenzialità sono altissime e da un grande aiuto alla medicina.

L’ospedale Xinhua di Shangai e l’Università di Cambridge hanno creato Al monkey, un’applicazione che usa l’intelligenza artificiale per far divertire i bambini affetti da autismo e fargli provare emozioni. Funziona grazie al riconoscimento facciale, i bimbi interagiscono con la faccia della scimmietta che replica i loro movimenti. Però quando il piccolo distoglie lo sguardo o si distrae nello schermo compaiono i fiochi d’artificio al posto della scimmia, così da attirare l’attenzione di nuovo.

Il gioco è rivolto ai bimbi dai 2 ai 4 anni, età fondamentale per lo sviluppo del cervello, grazie a certi stimoli in questa fascia si possono controllare e migliorare le loro condizioni. Secondo Li Fei, dell'ospedale Xinhua, l’app può aiutare quelle famiglie che non possono permettersi le costose strutture di riabilitazione.